Alfa RomeoNews Auto

Alfa Romeo abbandonerà la sua piattaforma Giorgio

Alfa Romeo abbandonerà la sua piattaforma Giorgio che è attualmente sotto la Giulia e lo Stelvio. Alcune future Alfa adotteranno le basi “STLA large”, secondo il CEO del marchio Jean-Philippe Imparato, come riporta Automotive News Europe. L’azienda ritarderà anche due modelli in arrivo. Imparato vuole che tutti i futuri modelli Alfa Romeo offrano una qualche forma di elettrificazione, compresi gli ibridi plug-in. “Se non sei elettrizzato, sei morto”, ha detto l’amministratore delegato.

Verso la fine del 2021 o nel 2022, Stellantis pubblicherà un piano quinquennale per tutti i suoi marchi, compresa Alfa Romeo. Queste informazioni forniranno un’idea migliore di ciò che il marchio premium italiano sta pianificando per il futuro. Imparato ha anche riconfermato che Alfa stava ritardando di tre mesi il lancio del crossover Tonale. Ciò significa che il modello non arriverà fino all’inizio del 2022 prima di essere messo in vendita quell’estate. Questo è presumibilmente perché vuole miglioramenti al propulsore ibrido plug-in.

Le immagini trapelate della specifica di produzione di Tonale mostrano che ha una netta somiglianza con il concetto precedente. Ci sono piccoli cambiamenti come i fari più grandi e una forma più rotonda per la fascia inferiore. Anche i fanali posteriori sono più grandi.

Il marchio sta lavorando a un crossover ancora più piccolo per adattarsi anche al di sotto del Tonale. Secondo quanto riferito, si chiama Brennero e arriva nel 2023. Non ci sono ancora molti dettagli, ma il modello sarebbe presumibilmente disponibile con propulsori ibridi ed EV. Stellantis lo costruirà in Polonia con modelli Jeep e Fiat sulle stesse basi. Gli altri sono probabilmente i successori della Fiat 500X e della Jeep Renegade .

Stellantis ha deciso di concentrarsi sul rendere l’Alfa Romeo più competitiva negli Stati Uniti, piuttosto che tentare di reintrodurre Peugeot in America. L’azienda ritiene che sia meglio concentrarsi sui marchi esistenti, piuttosto che provare a lanciarne di nuovi.

Internamente, Stellantis sta considerando DS, Lancia e Alfa Romeo come tre marchi premium che lavorerebbero insieme per sviluppare veicoli futuri. Avrebbero propulsori e tecnologie che non sarebbero disponibili in prodotti più tradizionali della gigantesca casa automobilistica. Il primo di questi modelli arriva nel 2024.

Looks like you have blocked notifications!
Related posts
News AutoVolkswagen

US Securities and Exchange Commission ha aperto un'indagine sulla Volkswagen

News AutoTesla

Perché Tesla sta testando un Ram 1500 TRX?

News AutoToyota

Toyota prevede di espandere la produzione di veicoli elettrici negli Stati Uniti

News AutoRenault

Renault: importante partnership per il gruppo francese