Alfa Romeo
Alfa Romeo GTV
in ,

Alfa Romeo: ecco cosa potrebbe accadere

Entro fine anno dovrebbe essere svelato il nuovo piano di rilancio di Alfa Romeo dopo la nascita del nuovo gruppo Stellantis. Le aspettative dei numerosi fan della casa automobilistica milanese sono alte ovviamente dopo che Carlos Tavares, amministratore delegato di Stellantis ha dichiarato che il suo gruppo intende puntare fortemente su Alfa Romeo considerato uno dei 3 marchi premium del nuovo gruppo nato dalla fusione di Fiat Chrysler Automobiles con il gruppo francese PSA.

Entro fine anno sarà rivelato il piano di rilancio di Alfa Romeo

La nomina di Jean-Philippe Imparato a nuovo amministratore delegato di Alfa Romeo e il probabile arrivo del designer ex Seat e Dacia Alejandro Mesoneros fanno ben sperare i numerosi fan dello storico marchio automobilistico italiano per il futuro.

Infatti si prevede che il piano di rilancio di Alfa Romeo dovrebbe portare novità interessanti nella gamma della casa automobilistica che attualmente conta appena 2 auto: la berlina Giulia e il SUV Stelvio.  La prima novità ad arrivare potrebbe essere presentata entro fine anno o al massimo agli inizi del 2022. Ci riferiamo al SUV di segmento C Alfa Romeo Tonale che in concessionaria sbarcherà nella primavera del prossimo anno.

Poi sarà il turno di Alfa Romeo Brennero. Questo dovrebbe essere il nome del futuro B-SUV che sarà prodotto a Tychy in Polonia su base CMP di PSA e che diventerà la nuova entry level del marchio oltre che la prima auto completamente elettrica del Biscione.

Queste al momento sono le novità sicure di Alfa Romeo. Da questo momento invece si fanno solo supposizioni. La prima riguarda il ritorno di Giulietta su piattaforma EMP2 di PSA a partire dalla fine del 2023. La vettura se tornerà potrebbe venire prodotta all’estero. Per quanto riguarda gli altri modelli si parla di una berlina compatta di segmento B, di un SUV di grandi dimensioni e di un’ammiraglia. La prima sarà pensata esclusivamente per l’Europa mentre le altre due per sfondare in mercati importanti quali Cina, Stati Uniti e Medio Oriente.

Infine non si esclude la possibilità che arrivi un’auto sportiva erede diretta delle Alfa Romeo che in passato hanno fatto la storia dell’automobilismo. Questa auto potrebbe arrivare in edizione limitata sia in versione cabrio che Spider e potrebbe essere prodotta in collaborazione con Maserati sulla base della MC20.

Ti potrebbe interessare: Alejandro Mesonero, creatore della Dacia Bigster, va all’Alfa Romeo

Looks like you have blocked notifications!