Alfa Romeo GTV
in

Alfa Romeo GTV: il debutto potrebbe avvenire solo nel 2021

Tra le principali novità annunciate dal nuovo piano industriale di Alfa Romeo, presentato lo scorso giugno, c’è anche la produzione della nuova Alfa Romeo GTV, una nuova coupé sportiva basata sulla berlina Alfa Romeo Giulia, vero e proprio simbolo della rinascita del brand italiano.

Secondo alcune indiscrezioni raccolte da Car Magazine, la nuova Alfa Romeo GTV potrebbe arrivare sul mercato nel corso del 2021 a pochi mesi di distanza dalla fine del piano industriale che terminerà nel 2022. A distanza di 18 mesi dalla presentazione della nuova GTV, inoltre, Alfa Romeo potrebbe presentare anche una versione spider convertibile del modello che andrebbe così a completare la gamma del marchio per il segmento D affiancandosi alla GTV Coupé e, naturalmente, alla Giulia che dovrebbe ricevere tra il 2020 ed il 2021 un restyling di metà carriera.

La nuova Alfa Romeo GTV sarà basata sulla piattaforma Giorgio, la stessa di Giulia e Stelvio, e potrà contare sul motore 2.9 V6 biturbo da 510 CV che troviamo sotto al cofano delle Quadrifoglio. Il motore in questione sarà abbinato ad un motore elettrico, che garantirà anche una modalità di funzionamento a zero emissioni con un’autonomia di circa 40 chilometri, portando così la potenza massima a superare i 600 CV.

Alfa Romeo realizzerà anche delle versioni più economiche e meno potenti della GTV che, di fatto, rappresenteranno delle varianti coupé della Giulia Veloce europea e della Giulia Ti americana. Queste versioni potranno contare sul quattro cilindri turbo benzina che già troviamo nella gamma Alfa Romeo.

A differenza della supercar Alfa Romeo 8C, che sarà realizzata in volumi limitati (mille o duemila unità all’anno), la nuova Alfa Romeo GTV presenterà volumi di produzione decisamente più elevati e garantirà un’ulteriore crescita del brand che, ricordiamo, prevede di lanciare a breve, probabilmente il prossimo anno, il nuovo SUV di segmento E. Ulteriori dettagli sui nuovi modelli di casa Alfa Romeo arriveranno, senza dubbio, nelle prossime settimane.

Fonte carmagazine

Looks like you have blocked notifications!