in

Alpine: la tecnologia di Formula 1 arriverà presto su auto stradali

Come saranno le prossime auto firmate Alpine?

Alpine

È rinfrescante vedere quanto bene stia facendo Alpine nel mercato globale da quando è stata rilanciata alcuni anni fa come una specie ramo performante di Renault. L’auto sportiva A110 ha dato filo da torcere alla Porsche 718 Cayman con il suo telaio e motore centrale avvincente e il caratteristico quattro cilindri turbocompresso, ma qualsiasi casa automobilistica che si rispetti deve chiedere: “Cosa succede dopo?”

Come nel caso della maggior parte dei produttori europei, il marchio ha in programma di diventare completamente elettrico con una gamma di tre nuove auto che possiamo aspettarci che ci vengano rivelate nei prossimi quattro anni. Tra esse troveremo un’auto sportiva convenzionale impostata per essere costruita in collaborazione con Lotus, così come una hothatch presumibilmente impostata per essere basato sulla prossima Renault 5 EV e un crossover. Ora, la casa automobilistica francese vuole sfruttare il suo coinvolgimento nella F1 per garantire che queste vetture soddisfino e superino gli standard stabiliti dai clienti.

Alpine: come la F1 influenza le prossime auto prodotte

Nel tentativo di estrarre la maggior quantità di potenziale dalle sue prossime auto, il produttore acquisirà la tecnologia dal suo team di Formula 1 di discreto successo. Parlando con Autocar, il direttore tecnico di Alpine Formula One Matt Harman spiega che questa collaborazione non sarà solo un lieve trasferimento di conoscenze tecniche, ma piuttosto un elemento cruciale della strategia di progettazione della prossima gamma di modelli.

Il gruppo aerodinamico A522 di Enstone ha appena terminato un particolare progetto per le auto da strada alpine e stiamo per intraprenderne un altro“, afferma Harman. “Stiamo collegando questi due gruppi di persone insieme, sia nei test fisici che nella fluidodinamica computazionale. È davvero una bella collaborazione ed è positivo per gli aerodinamici, dare loro un altro punto di vista, rinfrescando le loro menti. Mi piace molto lavorare su quei progetti, quindi li porteremo avanti“.

L’amministratore delegato di Alpine Laurent Rossi aggiunge che con l’aumento della dipendenza dall’elettrificazione in Formula 1, questo confronto incrociato non è solo un passaggio logico ma anche efficace. I sistemi di batterie F1 non sono complicati come i motori a combustione interna e quindi è più facile portare queste tecnologie su strada.

 

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!