Fiat e Amazon
Fiat e Amazon insieme per un accordo storico
in

Amazon introduce le fotocamere AI nei furgoni per le consegne

Un certo numero di corrieri di Amazon ha espresso preoccupazione per le telecamere avanzate con intelligenza artificiale che monitorano ogni loro movimento installato nei loro furgoni per le consegne. In un rapporto, la Thomson Reuters Foundation segue la storia di Vic, un corriere di Amazon di nome Vic, che lavorava per il gigante della vendita al dettaglio a Denver, in Colorado. Durante la guida utilizzava l’app Amazon “Mentor”, che ne monitorava la guida, l’uso del telefono e la posizione. Amazon ha quindi iniziato a far pubblicare selfie ai suoi autisti prima di ogni turno sull’app “Flex”. Vic ha deciso che era abbastanza quando le telecamere AI hanno iniziato ad essere introdotte.

Amazon ha collaborato con Netradyne per il lancio di telecamere avanzate a quattro obiettivi che registrano e analizzano il viso e il corpo dei conducenti durante l’intero turno. Secondo Vic, “è stata sia una violazione della privacy, sia una violazione della fiducia, e non avevo intenzione di sopportarlo”.

Vic ha deciso di dimettersi prima della scadenza del 23 marzo per i lavoratori della sua sede di spedizione di Denver per firmare i moduli di liberatoria che concedevano ad Amazon il permesso di filmarli e raccogliere e archiviare i loro dati biometrici. Le telecamere sono così avanzate che possono dire se un guidatore sbadiglia, non indossa la cintura di sicurezza o sembra essere distratto. Se vengono rilevati tali comportamenti, la telecamera invia il filmato all’appaltatore Amazon che gestisce l‘hub di consegna di Denver.

Durante un turno in cui Vic guidava un furgone equipaggiato con la telecamera, è rimasto scioccato dalle immagini che erano state catturate di lui mentre parlava con un supervisore. Ha salvato le riprese ogni volta che sbadigliava o guardava il suo telefono. “Siamo tutti là fuori per fare un lavoro. E se non si fidano di noi per fare il lavoro, se sentono di aver bisogno di guardarci 24 ore su 24, 7 giorni su 7, perché ci hanno assunto? Perché siamo sul libro paga? ” chiese. Il 3 marzo, cinque senatori democratici hanno espresso preoccupazione per le implicazioni sulla privacy delle telecamere in una lettera ad Amazon.

Looks like you have blocked notifications!