in

Aston Martin riaprirà la fabbrica di St Athan il 5 maggio

Aston Martin
Aston Martin

Aston Martin Lagonda riaprirà il suo stabilimento di St Athan il 5 maggio. Lo ha annunciato la casa automobilistica inglese. Lo stabilimento nel Galles del Sud, dove l’azienda britannica costruisce il suo SUV DBX, è stato chiuso dal 24 marzo a seguito del blocco per il coronavirus. Da allora, Aston Martin ha avuto colloqui con dipendenti e sindacati per sviluppare protocolli di salute e sicurezza per la sua fabbrica in modo che il lavoro possa riprendere in sicurezza.

Aston Martin Lagonda riaprirà il suo stabilimento di St Athan il 5 maggio

La fabbrica di St Athan ora riaprirà entro due settimane, seguendo le nuove linee guida di Public Health Galles e Inghilterra. Una volta che la produzione riprenderà a St Athan, le attività di produzione presso lo stabilimento Gaydon dell’azienda riprenderanno in un secondo momento. La maggior parte della forza lavoro di Aston Martin è attualmente inoccupata e la società afferma che sta monitorando attentamente la situazione.

I membri della dirigenza senior hanno concordato una riduzione volontaria della retribuzione, con amministratori non esecutivi pagati in meno del 35%, mentre il CEO Andy Palmer fa lo stesso e non partecipa al piano di bonus annuale per l’esercizio 2020/21. Nel frattempo, i vicepresidenti dell’azienda rinunceranno al 20% dei loro stipendi annuali e altri dirigenti senior rinunceranno tra il 5 e il 10% dei loro pacchetti retributivi, a seconda del livello di stipendio.

Ti potrebbe interessare: Jaguar Land Rover: impatto significativo del coronavirus nel quarto trimestre

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!