Aston Martin v12 speedster
Aston Martin v12 speedster
in ,

Aston Martin V12 Speedster fa il suo debutto

L’anno scorso è stata presentata la spettacolare Aston Martin V12 Speedster, un barchetta dalla figura radicale sviluppata appositamente per competere con modelli come la McLaren Elva o la Ferrari Monza SP. Quindi ha un corpo molto affilato e stilizzato che manca completamente di elementi come il parabrezza convenzionale, i finestrini laterali o il tetto. Ebbene, non ha nemmeno una copertura in tela pieghevole come le altre varianti aperte del produttore britannico.

Questo sarà un modello molto esclusivo in quanto sarà prodotto in una rigorosa edizione limitata, con una produzione fissata a 88 unità e le cui prime consegne avverranno quest’anno. Ma, per quei clienti che desiderano un esemplare ancora più esclusivo, Aston Martin ha preparato nuove specifiche create appositamente per questo modello che ne esaltano il sapore retrò.

L’Aston Martin V12 Speedster utilizza la piattaforma e componenti meccanici di un modello attuale della società, così come il suo linguaggio formale, ma ha anche ispirazione da uno dei più famosi modelli aperti di concorrenza del marchio, l’Aston Martin DBR1. Che ha raggiunto vittoria alla 24 Ore di Le Mans nel 1959 e al Nürburgring tra il 1957 e il 1959.

L’azienda ha quindi deciso di lanciare queste nuove specifiche come un pacchetto estetico che imita la decorazione del DBR1. La carrozzeria diventa Aston Martin Racing Green con tocchi di nero in alcuni elementi, i cerchi bicolore a 5 razze ora hanno una finitura diversa e troviamo anche grafiche bianche all’esterno che imitano la zona dove posizionare il numero. All’interno non sono state annunciate modifiche e ha ancora la pelle nera.

A livello tecnico, non troveremo differenze con il resto delle copie di questa particolare edizione limitata basata sull’Aston Martin DBS Superleggera, dalla quale eredita il suo V12 biturbo da 5,2 litri che eroga 700 CV (690 CV) e 753 Nm di coppia massima (25 CV in meno rispetto alla Superleggera). Anche a livello di telaio non troviamo modifiche rispetto al resto delle unità V12 Speedster.

Ti potrebbe interessare: Aston Martin finalizza l’arrivo dll’ex Ferrari Marco Mattiacci

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!
Looks like you have blocked notifications!