Aston Martin Valkyrie
Aston Martin Valkyrie
in ,

Aston Martin Valkyrie: le prime consegne, a metà anno

Aston Martin Valkyrie è una hypercar sviluppata dall’azienda britannica con la collaborazione dell’ingegnere Adrian Newey e della Red Bull Technologies. Attribuisce 1.176 cavalli. La sua produzione è limitata a 150 unità, tutte vendute a un ritmo di 3,2 milioni di dollari –2,89 milioni di euro. Le prime consegne avverranno a metà del 2021.

Aston Martin Valkyrie inizierà a raggiungere i suoi clienti a metà del 2021

Aston Martin Valkyrie inizierà a raggiungere i suoi clienti a metà del 2021. Ciò è stato riconosciuto dal CEO del produttore, Tobias Moers. “Mi scuso per il fatto che stia impiegando un po’ più di tempo rispetto a quanto promesso. C’è ancora del lavoro da fare, ma sono sicuro che avremo l’auto a disposizione dei nostri clienti a metà del 2021”. Le prime previsioni stimavano un debutto commerciale nel 2019.

Nel gennaio 2020, l’arrivo di Lawrence Stroll nella proprietà Aston Martin e la decisione di rinominare il team Racing Point di Formula 1 hanno portato all’annuncio che la sua collaborazione con Red Bull sarebbe terminata alla fine di quella stagione. Anche così, entrambe le parti lavoreranno insieme al progetto Valkyrie fino a quando non avranno completato le consegne pianificate.

Nel marzo 2020 il produttore ha annunciato di aver avviato i test su strada aperta. Ha pubblicato le prime fotografie del modello senza decorazione mimetica, un buon esempio che sta già affrontando il tratto finale del suo programma di test prima di raggiungere i suoi proprietari. Ha girato nei vicini che circondano il circuito di Silverstone, in Inghilterra.

Aston Martin Valkyrie è un’auto unica, per design, pretese e concezione, di fronte all’autentico anello mancante che unisce i prototipi LMP1 alle vetture stradali. Saranno 150 le unità registrabili e 25 per la pista, quest’ultima denominata  Aston Martin Valkyrie AMR Pro , un modello ancora più radicale.

Il lavoro di Adrian Newey e Marek Rechiman ha portato a una hypercar scultorea e aerodinamica con una monoscocca in fibra di carbonio – sviluppata in collaborazione con Multimatic – e che ha poco da invidiare nel suo design a una LMP1 . Presenta infatti caratteristiche tipiche dei prototipi di Le Mans come un musetto rialzato che dà origine a un frontale prominente con uno splitter aggressivo in cui sono disegnati autentici tubi aerodinamici. Dopo il suo dinamico debutto al GP di Gran Bretagna 2019, la Valkyrie è stata sottoposta a ulteriori test, ora sul circuito di Silverstone insieme all’Aston Martin Valhalla .

Ti potrebbe interessare: Aston Martin annuncia la data di presentazione della sua vettura per il 2021

Looks like you have blocked notifications!