Audi
Audi
in ,

Audi lancia importante iniziativa

Audi collaborerà strettamente in futuro con l’Università tecnica di Monaco e l’Istituto Fraunhofer per l’ingegneria industriale IAO nell’area della digitalizzazione presso il Bildungscampus della Dieter Schwarz Foundation a Heilbronn. Promossa da Audi, la “Automotive Initiative 2025” mira a stabilire una rete di competenze leader a livello mondiale per la trasformazione e l’innovazione delle fabbriche digitali. Il sito Audi a Neckarsulm assumerà un ruolo centrale come fabbrica pilota e laboratorio reale per la trasformazione digitale. Soluzioni e idee IT pertinenti saranno fornite dai partner tecnologici Amazon Web Services (AWS), SAP, Capgemini e la joint venture XL2, di cui Audi è partner fondatore.

Audi collaborerà strettamente in futuro con l’Università tecnica di Monaco e l’Istituto Fraunhofer per l’ingegneria industriale IAO nell’area della digitalizzazione

Audi utilizza già soluzioni digitali intelligenti nei suoi siti di produzione in tutto il mondo. I Quattro Anelli stanno ora lanciando l’Automotive Initiative 2025 (AI25) ad Heilbronn con partner del mondo accademico e del settore IT per continuare sistematicamente su questa strada. AI25 sta cercando di sviluppare soluzioni digitali per la fabbrica del futuro e di implementarle nella produzione di veicoli e nella logistica per la produzione in serie entro i prossimi cinque anni, con l’obiettivo generale di rendere questi componenti chiave del processo di produzione ancora più efficienti e flessibili. In quanto fabbrica pilota, il sito Audi a Neckarsulm diventerà un vero e proprio laboratorio per la trasformazione digitale e svolgerà quindi un ruolo centrale nell’iniziativa. Lì verranno testate e sviluppate soluzioni digitali per la produzione di veicoli e la catena di fornitura per l’utilizzo nella produzione in serie.

“Abbiamo già una vasta esperienza nelle aree della produzione di veicoli, logistica e IT di produzione presso il nostro sito di Neckarsulm. Miglioreremo ulteriormente queste capacità in modo mirato come parte della trasformazione. Con il nostro team di esperti dedicato e i nostri partner nell’Automotive Initiative 2025, sviluppiamo il sito in una fabbrica leader per la produzione digitale e la logistica all’interno del gruppo “, ha affermato Peter Kössler, membro del consiglio di amministrazione per la produzione e la logistica di Audi.

Nell’ambito del Bildungscampus di Heilbronn e dell’Innovation and IT Network della regione di Heilbronn-Franken, il sito aiuterà a sviluppare soluzioni di pensiero future come l’uso dell’intelligenza artificiale o l’interazione intuitiva uomo-macchina. XL2, la joint venture con sede a Heilbronn fondata lo scorso anno da Audi e Capgemini, giocherà un ruolo importante quando si tratterà di portare innovazioni IT negli stabilimenti Audi in tutto il mondo. Con il supporto accademico del Fraunhofer IAO e dell’Università Tecnica di Monaco, XL2 collaborerà con altri esperti IT di Capgemini, SAP e AWS per sviluppare le soluzioni IT necessarie per una fabbrica intelligente e connessa.

I siti Audi diventano parte del cloud industriale Volkswagen

La base di questa collaborazione è la Digital Production Platform (DPP), in cui vengono raggruppati i dati di ogni macchina, apparecchiatura e sistema di ogni stabilimento del Gruppo Volkswagen. I siti entrano così a far parte del cloud industriale, che in futuro includerà anche la filiera del Gruppo oltre ad ulteriori partner. Con Neckarsulm e Ingolstadt, i primi due siti Audi sono già stati collegati al DPP; i restanti siti seguiranno entro la fine dell’anno. Nella loro collaborazione, le aziende sfrutteranno le tecnologie AWS nelle aree dell’Internet of Things (IoT), dell’apprendimento automatico e dei servizi di elaborazione che saranno sviluppati specificamente per l’ambiente di produzione e adattati ai requisiti dell’industria automobilistica.

Inoltre, l’utilizzo della piattaforma SAP S / 4HANA getterà le basi per la prossima generazione di processi di produzione digitale, sui quali le aziende lavoreranno insieme su soluzioni per la produzione modulare e la logistica interoperabile dei veicoli. Nell’ambito di questa collaborazione interdisciplinare tra ricerca, industria e IT, le aziende utilizzeranno applicazioni specifiche del settore del SAP Industry Cloud nelle aree dell’apprendimento automatico, dell’automazione dei processi robotici (RPA) e dell’intelligenza dei processi aziendali, che sono olisticamente allineati alle future esigenze per l’automazione e la digitalizzazione dell’industria automobilistica.

Visione olistica della trasformazione digitale

“Con l’Automotive Initiative 2025, abbiamo creato una rete pionieristica e interdisciplinare tra il mondo accademico, la ricerca, le aziende IT e la produzione automobilistica. L’iniziativa utilizza una solida scienza per guidare la trasformazione digitale della produzione automobilistica nel contesto generale della tecnologia, dell’organizzazione e in particolare della formazione continua “, spiega il professor Helmut Krcmar del TU di Monaco.

“AI25 è caratterizzato dalla sua visione olistica della trasformazione digitale e dai suoi chiari legami con il mondo reale. Studiamo sia argomenti strategici che casi d’uso concreti che accelerano la trasformazione digitale e generano nuove idee innovative “, ha aggiunto Frank Loydl, Chief Information Officer (CIO) di AUDI AG.

L’iniziativa dovrebbe anche diventare una fonderia di idee e un motore per la trasformazione digitale della produzione e della logistica in tutto il Gruppo Volkswagen. Le conoscenze raccolte verranno utilizzate per contribuire a plasmare la futura configurazione IT degli stabilimenti automobilistici e ad ampliarla in modo sostenibile in Audi. Altri obiettivi includono la definizione di standard generalmente applicabili per la trasformazione e il lancio di casi d’uso concreti a tutti gli stabilimenti del Gruppo nel mondo tramite il cloud industriale.

Dichiarazioni aggiuntive sul lancio dell’Automotive Initiative 2025:

Il dott. Bernd Bienzeisler, capo del sito Fraunhofer IAO di Heilbronn:

“L’Automotive Initiative 2025 offre l’opportunità di combinare ricerca di base e ricerca applicata nell’area della trasformazione della fabbrica digitale per sviluppare soluzioni orientate alla pratica”.

Felix Spitznagel, amministratore delegato di XL2:

“Dalla sua fondazione lo scorso anno, XL2 ha perseguito l’obiettivo di dare forma alla trasformazione digitale dell’industria automobilistica mediante servizi innovativi, agili e su misura. AI25 ora ci consente di sviluppare soluzioni all’interno di una rete regionale ad alte prestazioni di ricerca, università e industria e di distribuirle in tutte le regioni “.

Dr. Rainer Mehl, Managing Director Strategic Account Automotive di Capgemini:

“Con la trasformazione in Smart Factory e produzione connessa, l’Automotive Initiative 2025 persegue gli stessi obiettivi che Capgemini sta perseguendo con il suo approccio all’industria intelligente. Riteniamo quindi che questo sia chiaramente un approccio pionieristico al raggruppamento mirato di competenze interdisciplinari e alla definizione della trasformazione digitale per la produzione del futuro “.

Bill Foy, Director, Worldwide Automotive di AWS:

“AWS è orgoglioso di supportare la trasformazione digitale nel settore automobilistico. Grazie alla nostra profonda relazione, AWS e Audi stanno cambiando il modo in cui il settore applica i progressi tecnologici all’intero processo di produzione, dal concetto all’assemblaggio finale. Riunendo le capacità AWS e la piattaforma di produzione digitale del Gruppo Volkswagen, Audi sta creando uno spazio in cui possono testare le idee più rivoluzionarie dell’industria e del mondo accademico, mantenere la promessa del cloud industriale e trasformare in realtà la fabbrica intelligente del futuro. “

Hagen Heubach, Global Vice President Industry Business Unit Automotive, SAP SE:

“SAP è lieta di supportare l’iniziativa con le soluzioni specifiche del settore della piattaforma S / 4HANA e SAP Industry Cloud for Automotive. Il nostro obiettivo principale è guidare le innovazioni in un contesto regionale e lavorare in un ecosistema aperto “.

Looks like you have blocked notifications!