AudiNews Auto

Audi prevede di dimezzare il consumo di acqua nella produzione entro il 2035

Audi

L’acqua potabile pulita è una delle risorse più preziose al mondo: ecco perché Audi ha incluso l’uso economico ed efficiente dell’acqua come aspetto chiave della sua missione: programma ambientale Zero. L’azienda intende mantenere il proprio consumo di acqua al minimo e smettere di usare l’acqua potabile nella produzione di veicoli in futuro. A tal fine, Audi sta implementando processi efficienti e cicli dell’acqua chiusi, aumentando l’uso dell’acqua piovana. A lungo termine, Audi prevede di implementare cicli dell’acqua chiusi in tutti i siti di produzione.

L’acqua potabile è una risorsa preziosa e scarsa: 2,2 miliardi di persone nel mondo non hanno accesso regolare all’acqua pulita. Le Nazioni Unite stimano che la domanda di acqua potabile potrebbe aumentare del 55% entro il 2050. L’acqua è essenziale anche nella produzione automobilistica, ad esempio nel reparto verniciatura o per i test di tenuta. Peter Kössler, membro del consiglio per la produzione e la logistica, afferma: “Il nostro obiettivo è ridurre drasticamente il nostro consumo di acqua dolce e dimezzare il consumo di acqua per veicolo prodotto entro il 2035. Dove possibile, stiamo già utilizzando acqua riciclata che è stata utilizzata più volte nel ciclo e trattati. La nostra visione è quella di avere cicli dell’acqua chiusi in tutti i nostri siti di produzione “.

Al fine di dare la priorità alle misure di conservazione dell’acqua in modo mirato, Audi utilizza un valore dell’acqua specifico per il sito che mette il prelievo d’acqua nei luoghi in relazione alla disponibilità regionale. La considerazione delle circostanze regionali consente di attuare misure in aree in cui l’acqua è particolarmente preziosa. In questo modo, il consumo idrico ecologicamente ponderato nella produzione verrà ridotto dall’attuale media di circa 3,75 metri cubi a circa 1,75 metri cubi per auto prodotta entro il 2035.

Audi México è un pioniere nell’uso economico dell’acqua come risorsa. L’impianto è il primo sito di produzione al mondo a produrre veicoli senza acque reflue e lo fa dal 2018. Un impianto di trattamento biologico con un sistema di ultrafiltrazione a valle e osmosi inversa raccoglie le acque reflue generate in produzione, le purifica e reimmette grandi quantità nel ciclo dell’acqua della fabbrica. Il sito utilizza l’acqua trattata come acqua di servizio, la riutilizza nella produzione o la utilizza per irrigare gli spazi verdi nei locali dell’impianto, ad esempio.

Nel sito di Neckarsulm, tra l’impianto e il vicino impianto di depurazione comunale dell’associazione delle acque reflue Unteres Sulmtal deve essere stabilito un ciclo idrico chiuso. Prima che il ciclo e la relativa costruzione di un nuovo impianto di approvvigionamento idrico possano iniziare, Audi sta testando la procedura con un impianto pilota. L’acqua che ritorna dall’impianto di depurazione viene immessa in un contenitore nella parte nord dei locali dell’impianto, dove viene trattata per il riutilizzo in produzione mediante sistemi di filtraggio e membrane.

La qualità dell’acqua viene controllata continuamente durante questo processo. Il controllo qualità comprende anche un’analisi di laboratorio che determina le proprietà dell’acqua trattata ogni due settimane. Se i test avranno esito positivo, la costruzione del nuovo impianto di approvvigionamento idrico inizierà nel 2022 e l’impianto chiuderà questo ciclo dell’acqua dal 2025.

Looks like you have blocked notifications!
Related posts
AudiNews Auto

Audi si prepara alla Dakar 2022 con un prototipo innovativo

AudiNews Auto

Audi conferma che il SUV Q6 E-Tron debutterà nel 2022

AudiNews Auto

Audi: 10 miliardi di euro per oltre 20 auto elettriche entro il 2025

AudiNews Auto

Audi sfida la crisi del coronavirus con una performance robusta