in

Auto elettriche: Shell prevede di implementare 50.000 punti di ricarica in UK

In UK Shell ha annunciato mercoledì 1 settembre che prevede di installare 50.000 stazioni di ricarica per veicoli elettrici

Shell
Shell

Royal Dutch Shell ha annunciato mercoledì 1 settembre che prevede di installare 50.000 stazioni di ricarica per veicoli elettrici sulle strade del Regno Unito entro la fine del 2025, attraverso la sua controllata Ubitricity. Il gruppo anglo-svedese vuole “fornire più possibilità di ricarica dei veicoli elettrici a milioni di conducenti britannici che non dispongono di un parcheggio privato e aiutare le autorità locali a rendere operativa la propria rete di ricarica nel minor tempo possibile”. Quasi 3.600 stazioni di ricarica Ubitricity, acquisite a febbraio, sono attualmente disponibili nel Regno Unito, afferma Shell.

Il governo del Regno Unito, attraverso l’Office of Zero Emission Vehicles (OZEV), sta attualmente finanziando il costo di queste stazioni di ricarica su strada fino al 75% e Shell si dice “pronta a coprire il resto dei costi”. Il gruppo specifica che il 60% delle famiglie nelle città inglesi non dispone di parcheggio privato, e accelerare l’accesso alle stazioni di ricarica nelle strade è quindi essenziale per il passaggio a veicoli ecologici, uno degli elementi chiave per raggiungere l’obiettivo carbon neutral del Regno Unito entro il 2050. La Commissione sui cambiamenti climatici del Regno Unito ha recentemente stimato che il paese ha bisogno di 150.000 stazioni di ricarica pubbliche entro il 2025.

Shell vuole anche installare stazioni di carico in supermercati, parcheggi aziendali e abitazioni nel Regno Unito. A livello globale, mira ad aumentare la sua flotta di stazioni di ricarica a 500.000 entro il 2025 dalle circa 60.000 attuali. Shell prevede di diventare carbon neutral entro il 2050 attraverso investimenti in nuove energie, l’uso di meccanismi di compensazione della CO2 – contestati dai movimenti ambientalisti – e una riduzione della sua dipendenza dal petrolio ma senza rinunciarvi. Il boss del gruppo ha anche supplicato di continuare a estrarre idrocarburi nel Mare del Nord, nonostante le pressioni delle ONG per fermare nuovi progetti.

Ti potrebbe interessare: Hyundai e Shell firmano un nuovo accordo per espandere la loro collaborazione

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!