Chip
Chip
in

Auto: la carenza di chip potrebbe durare due anni

Secondo un importante dirigente di Volkswagen la carenza di chip nel settore auto potrebbe durare 2 anni

La carenza di chip che attualmente affligge il settore automobilistico potrebbe durare “due anni”. Ed è un pezzo grosso del settore ad affermarlo. “C’è un enorme divario tra domanda e offerta”, ha detto il direttore degli acquisti del Gruppo Volkswagen Murat Aksel al quotidiano economico Handelsblatt. “Ci vorranno fino a due anni prima che possano essere messe in atto nuove capacità di produzione”. La pandemia di coronavirus ha interrotto le catene di approvvigionamento globali per i microchip, essenziali per molti settori, tra cui l’industria automobilistica.

La maggior parte delle fabbriche che producono questi articoli si trova in Asia e non ha una capacità sufficiente per soddisfare la domanda, che sta esplodendo a causa dell’improvvisa ripresa economica dovuta al coronavirus. “Tra tutte le industrie messe insieme, c’è un deficit di produzione globale del 10%”, ha detto Aksel. Secondo i calcoli di Handelsblatt, il gruppo tedesco potrebbe rinunciare a costruire “100.000 auto” nelle prossime settimane a causa di questa carenza. La situazione dovrebbe migliorare dal “terzo trimestre”, secondo Volkswagen, ma “rimarrà tesa” in seguito, ha affermato il direttore degli acquisti.

Il produttore tedesco intende quindi “rafforzare il proprio stock” di “certi chip” per prepararsi al meglio per il futuro. Si tratterebbe di un’inversione di tendenza, dopo decenni in cui l’industria automobilistica ha operato secondo il principio del “just in time”, che prevede lo stoccaggio il meno possibile per ridurre i costi e guadagnare flessibilità.

Ti potrebbe interessare: Elon Musk paragona la carenza di chip alla mancanza di carta igienica durante la pandemia

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!
Looks like you have blocked notifications!