BMWNews Auto

BMW iX: svelati i primi motori e batterie

Bmw iX

La BMW iX è il nuovo SUV elettrico del marchio bavarese. Al momento sono stati scoperti due dei suoi motori, il più capace con circa 500 cavalli, e due delle sue batterie, la più grande da 100 chilowattora e che gli danno un’autonomia di circa 600 chilometri. Il suo lancio commerciale avverrà, al più presto, entro la fine di quest’anno.

La produzione della BMW iX inizierà nella seconda metà del 2021 nello stabilimento del marchio a Dingolfing, in Germania. Anche così, nel febbraio 2021, le informazioni apparse nel forum interno IXForums.com suggeriscono che potrebbe essere posticipato a marzo 2022. La BMW iX è la versione di serie della BMW iNext Concept, svelata a maggio 2018. Si diceva a lungo che potesse essere chiamata BMW iX5, mentre la sua lunghezza è paragonabile a quella della BMW X5.

Parte del suo programma di sviluppo si è svolto nella Scandinavia settentrionale, al fine di mettere alla prova le batterie e la tecnologia di ricarica alle temperature più estreme. Le dimensioni della BMW iX 2021 non sono state ancora confermate – né il suo peso – ma il marchio ha già anticipato che si avvicinerà ai 4,92 metri di lunghezza e 2,0 metri di larghezza della BMW X5. La sua altezza sarà nell’orbita degli 1,70 metri della BMW X6. L’iX 2021 parte da una piattaforma in alluminio. Sebbene i dati specifici su di esso siano scarsi, è visibile che i montanti A adottano una posizione più avanzata rispetto ai SUV termici del marchio, che prevede un frontale più compatto per guadagnare spazio in cabina.

A livello estetico, forse la grande novità dell’iX 2021 è l’adattamento a una silhouette SUV del linguaggio del design che BMW ha introdotto nel front-end della nuova Serie 4 . Così, i reni sovradimensionati compaiono per la prima volta in un’auto elettrica del marchio. I proiettori sono full led di serie, anche se i clienti che lo desiderano possono optare per la tecnologia BMW Laserligh, con luci a matrice adattiva con portata variabile a seconda delle circostanze della strada o della presenza di altri veicoli.

Dalla silhouette laterale si nota un gioco cromatico che BMW ha introdotto nel contorno dei finestrini, evidenziato in una linea nera in contrasto con il colore della carrozzeria. Si estende fino alla parte posteriore del veicolo con un rettangolo che “taglia” il montante C. Le maniglie delle porte sono integrate nella carrozzeria e l’auto sblocca la chiusura centralizzata quando rileva la prossimità della chiave.

La parte posteriore è minimalista e sfoggia gruppi ottici uguali o più affilatoiosteriore è nascosta nell’emblema del marchio sul portellone. Viene fornita di serie con cerchi aerodinamici in lega leggera da 20 pollici, ma i clienti che lo desiderano possono optare per design da 21 pollici o 22 pollici, anche aerodinamici. Sono più leggeri del 15% rispetto ai cerchi in lega convenzionali.

L’ iX 2021 mostra un coefficiente di resistenza –Cd– di 0,25. Il marchio assicura che la sua raffinata aerodinamica gli dia fino a 65 chilometri di autonomia. Di questi, 25 chilometri provengono da uno sportello attivo situato nell’asse anteriore che è responsabile della regolazione del raffreddamento del veicolo. Lo sportello si apre solo se gli altri sistemi di raffreddamento sono insufficienti.

Tra le opzioni dell’iX 2021 spicca un pacchetto sportivo o un pacchetto sportivo. Oltre ad un trattamento specifico per le prese d’aria laterali inferiori dell’asse anteriore, introduce cerchi aerodinamici in lega leggera da 21 pollici, pinze freno sportive blu e una finitura speciale per il diffusore nel colore della carrozzeria. Anche il sottoscocca dell’auto riceve il proprio trattamento e le maniglie delle porte sono di colore nero lucido.

BMW ha annunciato le prime due opzioni meccaniche che saranno disponibili sul mercato quando arriverà questo nuovo SUV elettrico . Il primo corrisponde alla versione iX xDrive40, che incorpora due motori, uno su ogni asse. Ha circa 240 kilowatt, ovvero circa 300 cavalli, e accelera da 0 a 100 chilometri / ora in sei secondi. La batteria da 70 kilowattora consente un’autonomia di circa 400 chilometri. Il consumo di energia è inferiore a 20 chilowattora per 100 chilometri. Il carico più potente che sopporta è di 150 kilowatt, con quello che in dieci minuti può recuperare 90 chilometri di autonomia.

Sopra c’è la BMW iX xDrive50 , anch’essa con trazione integrale e con motore su ogni asse. La potenza è di circa 370 kilowatt, ovvero circa 500 cavalli, il che le consente di raggiungere i 100 chilometri orari da fermo in meno di cinque secondi. L’autonomia è di oltre 600 chilometri grazie ad una batteria da 100 kilowattora. Il consumo stimato è inferiore a 21 chilowattora per 100 chilometri. La ricarica in questo caso consente fino a 200 kilowatt, in modo tale da guadagnare 120 chilometri di autonomia in dieci minuti.

La velocità massima è, in entrambi i casi, di 200 chilometri orari. I motori della BMW iX, secondo il marchio, sono estremamente efficienti quando seguono la modalità di funzionamento di un azionamento sincrono, anche se invece di eccitarlo con magneti permanenti fissi lo fa con l’energia elettrica. Ciò evita l’utilizzo di terre rare. Inoltre, tutti gli iX hanno la capacità di adattare il sistema di recupero energetico alle attuali condizioni del traffico, cosa che può essere controllata anche manualmente. Per curiosità, il guidatore non potrà aprire il cofano dell’iX 2021. L’elettronica del veicolo sarà accessibile solo con attrezzature specializzate provenienti dalle officine.

Looks like you have blocked notifications!
Related posts
News AutoVolkswagen

US Securities and Exchange Commission ha aperto un'indagine sulla Volkswagen

News AutoTesla

Perché Tesla sta testando un Ram 1500 TRX?

News AutoToyota

Toyota prevede di espandere la produzione di veicoli elettrici negli Stati Uniti

News AutoRenault

Renault: importante partnership per il gruppo francese