Questo sito fa parte di NotizieOra network

News Auto

Byton interrompe le sue operazioni e sospende tutti i suoi dipendenti

Byton sembra essere sul punto di diventare una delle nuove vittime della crisi sanitaria di cui soffriamo a livello globale

Byton M-Byte

Byton sembra essere sul punto di diventare una delle nuove vittime della crisi sanitaria di cui soffriamo a livello globale. Nonostante il fatto che la società abbia recentemente confermato che stava riprendendo le operazioni nel suo stabilimento cinese, dopo l’arresto forzato causato dalle misure di confinamento in quel paese, ora troviamo un annuncio molto diverso, la cessazione di tutte le sue operazioni a livello globale. Secondo la dichiarazione di Byton, la società ha sospeso praticamente tutti i suoi dipendenti a livello globale e ha interrotto le operazioni in tutte le strutture del marchi , sia all’interno che all’esterno della Cina.

Byton sembra essere sul punto di diventare una delle nuove vittime della crisi sanitaria di cui soffriamo a livello globale

In linea di principio, i dipendenti non vengono licenziati, ma messi in una specie di cassa integrazione, mentre alcuni dipendenti sono stati mantenuti per i necessari compiti amministrativi e commerciali durante questo periodo.

Diverse settimane fa Byton ha licenziato circa il 50% dei suoi dipendenti negli Stati Uniti , ma allo stesso tempo ha ripreso le sue attività in Cina a metà aprile. Quindi nulla faceva sospettare che la società potesse essere in gravi difficoltà finanziarie. Alcune fonti cinesi assicurano che la società non ha pagato gli stipendi per diversi mesi e che non ha energia nelle sue strutture a causa della mancanza di liquidità.

In teoria, lo stabilimento dell’azienda stava assemblando le unità di pre-produzione che dovevano fungere da prototipi di validazione , molti dei quali già testati dalla stampa internazionale. Quindi il progetto era molto vicino all’avvio della produzione della BYTON M-Byte in Cina e la società sosteneva di avere decine di migliaia di ordini. Il suo primo modello, un SUV di medie dimensioni che aveva uno schema meccanico composto da 1 o 2 motori elettrici con rispettivamente 270 e 400 CV di potenza e due possibili pacchi batteria, in grado di fornire autonomie di 480 e 420 chilometri . Sebbene la sua caratteristica più conosciuta fosse l’ enorme schermo che copriva l’intera larghezza del cruscotto.

Ti potrebbe interessare: Byton inizia la produzione della nuova M-Byte in Cina

Related posts
News Auto

Byton inizia la produzione della nuova M-Byte in Cina