in

Carlos Ghosn ufficialmente accusato di cattiva condotta finanziaria

L’ex numero uno della cada nipponica avrebbe sottratto al Fisco in 5 anni almeno 44 milioni di euro

BMW X3 e iX3 2022: dalla Cina arrivano nuove immagini "non ufficiali"
BMW X3 e iX3 2022: dalla Cina arrivano nuove immagini "non ufficiali"

Carlos Ghosn ex numero uno di Nissan e la casa automobilistica giapponese sono stati accusati formalmente di cattiva condotta finanziaria da parte dei pubblici ministeri giapponesi, secondo quanto riportato dalla stampa del paese asiatico. Ghosn, l’architetto dell’Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi, è stato arrestato in Giappone in novembre con l’ accusa di aver dichiarato uno stipendio più basso di quello reale e per l’utilizzo di beni aziendali per uso personale. La stazione televisiva giapponese NHK ha affermato che il dirigente è stato nuovamente sottoposto ad arresto per aver prolungato i reati nel tempo avendo sottratto al fisco circa 44 milioni di euro. Ghosn è stato spogliato dei suoi ruoli di presidente in Nissan e Mitsubishi dopo che le accuse sono emerse, anche se rimane presidente e CEO di Renault.

Nissan è stata anche accusata dai pubblici ministeri, come una società coinvolta nel caso, secondo NHK. Anche l’ex direttore generale di Nissan, Greg Kelly, che è stato arrestato nello stesso periodo di Ghosn, è stato incriminato. Secondo NHK, i pubblici ministeri ritengono che Carlos Ghosn abbia nascosto che, in seguito al suo pensionamento, avrebbe ricevuto la differenza tra lo stipendio documentato nei rapporti di Nissan e quanto effettivamente ricevuto. Gli illeciti sarebbero andati avanti almeno per 5 anni sino al 2014. Ghosn non ha rilasciato alcuna dichiarazione pubblica dopo il suo arresto, ma si dice che abbia negato le accuse ai pubblici ministeri.

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!