Formula 1Motorsport

Carlos Sainz resta in Bahrain per provare le gomme del futuro

Carlos Sainz - Ferrari

Carlos Sainz è rimasto in Bahrain per provare le gomme Pirelli. Lo spagnolo partecipa oggi a uno dei test di sviluppo pneumatici che la Formula 1 avrà nel 2022. Pirelli celebra il suo secondo round di test di sviluppo prodotto per il 2022. Il produttore italiano ha un ampio programma di test quest’anno, poiché lavora sui nuovi pneumatici da 18 pollici che la Formula 1 riceverà nel 2022.

Dopo i test a Jerez anche con la Ferrari a fine febbraio, i test continuano in Bahrain con un piccolo test questa settimana da oggi fino a giovedì. Carlos ci prova questa mattina prima di lasciare il turno a Charles Leclerc per il pomeriggio. Mercoledì e giovedì, l’Alpine sarà la squadra che aiuterà Pirelli in questi test.

Gli italiani hanno condiviso una foto che mostra Sainz con la Ferrari del 2019 sui prototipi di pneumatici 2022. “Pronto per l’azione in una giornata di sole in Bahrain. Carlos Sainz è in pista con la Ferrari per testare i prototipi di pneumatici da 18 pollici del 2022”, ha postato Pirelli accanto alla foto dello spagnolo.

Non è la prima volta che Carlos aiuta lo sviluppo di questi pneumatici. Lo ha già fatto a fine 2019 in un test al Paul Ricard con la McLaren ed era anche a Jerez lo scorso febbraio. Oggi ha una nuova occasione per cimentarsi in una piccola anteprima della Formula 1 del 2022, che seppellirà le gomme da 13 pollici per passare a quelle da 18.

Una volta terminato questo test, il pilota spagnolo tornerà in Italia per assimilare tutto ciò che ha imparato dalla sua prima gara con la Ferrari e prepararsi per la sua prima gara di casa vestita di rosso, Imola, che si terrà il terzo fine settimana di aprile.

Looks like you have blocked notifications!
Related posts
MotoGPMotorsport

Valentino Rossi conferma l'arrivo della sua squadra in MotoGP nel 2022

Formula 1Motorsport

Sainz, ottimista per Portimao: "Sono contento, ma vogliamo di più"

Formula 1Motorsport

Hamilton vuole continuare in F1

Formula 1Motorsport

La F1 conferma il ritorno del GP di Turchia in sostituzione della gara canadese