in

Chevrolet Camaro potrebbe perdere una sua caratteristica distintiva

La causa sarebbe da attribuire alla carenza di chip e semiconduttori

Chevrolet Camaro blu

Sebbene non sia così popolare come i rivali di vendite Ford e Dodge, la Chevrolet Camaro è ancora una grande muscle car. Alimentata da un V8 sovralimentato da 6,2 litri, la ZL1 da 650 cavalli al top della gamma può accelerare da 0 a 100 km/h in soli 3,5 secondi se equipaggiata con il cambio automatico al volante.

Sfatando l’idea che le muscle car siano buone solo su strade dritte, la potente ZL1 1LE è piuttosto elegante in curva, come dimostra il suo sorprendente tempo sul giro di 7:16.04 al Nürburgring Nordschleife. Ma gli appassionati di track day proprietari di Camaro potrebbero essere delusi nell’apprendere di una recente omissione nell’elenco degli accessori della Chevy. GM Authority ha recentemente riferito che il sistema Performance Data Recorder (PDR) per i modelli Camaro SS e ZL1 del 2022 non sarà più disponibile per l’ordine a breve.

Chevrolet Camaro: a che serve il sistema PDR

Sviluppato da Cosworth, il sistema PDR consente ai proprietari di registrare esperienze di guida vivaci e aggiungere telemetria e dati di guida nella clip. Attraverso il GPS, PDR può anche mappare una pista, utile per i piloti appassionati che vogliono registrare i tempi sul giro e analizzare le riprese e i dati in un secondo momento, proprio come se fosse una telemetria.

Sebbene non sia chiaro se General Motors riporterà questo accessorio sul veicolo, il gruppo automobilistico darà la priorità alle vetture già ordinate che sono state elaborate e vendute dai concessionari Chevrolet. Il motivo dietro l’omissione dell’opzione è sconosciuto, ma questo è probabilmente dovuto alla crisi dei chip semiconduttori che ha devastato l’industria automobilistica. In precedenza, GM ha dovuto abbandonare altre funzionalità da diversi modelli Cadillac e Chevrolet.

Di conseguenza, General Motors ha stretto numerose partnership strategiche con vari fornitori di chip. Il presidente Mark Reuss ha notato all’epoca che vede “i requisiti dei semiconduttori più che raddoppiati nei prossimi anni“. Questa collaborazione lungimirante potrebbe non dare i suoi frutti immediatamente, ma sicuramente si rivelerà vantaggiosa in futuro poiché il marchio si muove verso l’elettromobilità.

Con l’inizio della produzione della Camaro 2023 prevista per l’inizio di giugno, si spera che la telemetria possa far ritorno con il nuovo anno modello. Sebbene sia improbabile che la muscle car di GM sopravviva nella sua configurazione attuale, le indiscrezioni suggeriscono che il modello potrebbe sopravvivere come un’auto 100% elettrica per rafforzare la gamma sempre crescente di veicoli elettrici di GM, come Silverado EV e Cadillac Lyriq.

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!