in

Colonnine di ricarica veloce in autostrada: paralisi

La legge di bilancio 2021 imponeva di realizzare colonnine di ricarica veloce in autostrada, ma il piano di copertura è bloccato

colonnine di ricarica

Arriva la denuncia di Federauto (Federazione italiana dei concessionari auto): la legge di bilancio 2021 imponeva di realizzare colonnine di ricarica veloce in autostrada entro il 30 giugno, ma il piano di copertura è bloccato. L’Art (Autorità di Regolamentazione dei Trasporti) ha approvato una delibera e ha deciso di stabilire per fine febbraio 2022 la data ultima entro la quale pubblicare i requisiti per i bandi. Tempi che risultano essere inadeguati e incompatibili con quelli previsti dagli obblighi comunitari e nazionali.

Risultato: paralisi per la crescita del comparto e la transizione energetica. Viene condizionando lo sviluppo di mercato dei veicoli elettrici, stante la esiguità dei punti di ricarica. Nelle tratte a lunga percorrenza: solo due su una rete nazionale di quasi 7.000 km.

Colonnine di ricarica: paradosso Italia

Sentiamo Adolfo De Stefani Cosentino, presidente di Federauto: “La transizione energetica poggia su due pilastri fondamentali: le politiche di incentivazione per il rinnovo del parco auto circolante e la diffusione delle infrastrutture di ricarica dei veicoli elettrici, sia nelle città che sulla rete autostradale. Senza queste leve non riusciremo a raggiungere gli ambiziosi obiettivi nazionali ed europei. In particolare, senza colonnine sarà molto difficile convincere gli italiani a comprare veicoli elettrici”.

Qua e là spuntano poche colonnine in autostrada. Di certo, non è il ritmo adeguato. Ecco il paradosso. Il Piano Draghi per il rilancio (con ok di Bruxelles) che ha fatto ottenere i prestiti UE all’Italia punta sulla diffusione delle colonnine. C’è un impegno di fondi: al tempo stesso, vengono ignorati degli impegni contenuti in una legge dello Stato. 

Il Piano prevede entro il 2026 l’installazione di 21.255 punti di ricarica pubblici: un target teorico. Di quelle, 7.500 di ricarica rapida in autostrada. Più 13.755 in centri urbani, di potenza indeterminata: attenzione perché se non fissi la potenza, non sai in quanto tempo farai il pieno elettrico. Abbiamo 2,7 punti di ricarica ogni 100 km. In Norvegia e Olanda, almeno 10 volte di più alti. Come raggiungere quella capillarità?

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!