Continental
Continental
in

Continental prevede che la carenza di chip continuerà per molti mesi

Il fornitore tedesco di ricambi per auto Continental ritiene che l’attuale carenza di semiconduttori non sarà risolta a breve. Durante una recente videochiamata, l’amministratore delegato di Continental Nikolai Setzer ha affermato che gli impatti della carenza continueranno a farsi sentire per il resto del primo trimestre prima di iniziare ad allentarsi nel secondo trimestre. Detto questo, la carenza interesserà alcune aree dell’industria automobilistica per il resto dell’anno, osserva Auto News.

“Il 2021 è stato moderato finora a causa della carenza di semiconduttori”, ha detto il direttore finanziario di Continental Wolfgang Schaefer nella chiamata sugli utili. “Anche gli effetti della pandemia di coronavirus in corso rimangono una fonte di incertezza. Tutto sommato, il 2021 rimarrà quindi una sfida “.

Schaefer ha aggiunto che Continental ha informato i suoi clienti della carenza di chip in via di sviluppo non appena possibile: “Non credo che abbiamo informato i nostri clienti troppo tardi. Abbiamo iniziato molto presto, per quanto ne so siamo stati i primi, a parlare con gli OEM e informarli della situazione “.

Come molte case automobilistiche e altri fornitori automobilistici, Continental ha avvertito gli impatti della pandemia di coronavirus nel 2020 e prevede di tagliare o trasferire 30.000 posti di lavoro. Tuttavia, la società prevede che la produzione globale di autovetture rimbalzerà tra il 9% e il 12% per tutto il 2021.

Le dichiarazioni di Continental arrivano solo un paio di giorni dopo che Bosch, un altro fornitore di componenti per autoveicoli, ha annunciato che aprirà una fabbrica di chip per auto a Dresda, in Germania, a giugno. Questa struttura produrrà microchip ASIC (application-specific integrated circuit) utilizzati dai veicoli elettrici e ibridi elettrici, contribuendo ad alleviare alcuni degli attuali colli di bottiglia sperimentati dal settore.

Ti potrebbe interessare: Continental investe nel futuro dei chip per veicoli autonomi

Looks like you have blocked notifications!