in

Ecco gli ADAS che saranno obbligatori dal 2022

Ecco tutti gli ADAS che dal prossimo anno saranno obbligatori in Europa nelle nuove auto

ADAS
ADAS

La sicurezza stradale ha in questo decennio un appuntamento importante con i sistemi ADAS. Dall’inglese Advanced Driver Assistance Systems, riuniscono varie tecnologie di assistenza alla guida che dovrebbero ridurre notevolmente gli incidenti. ADAS è da anni tra i conducenti attraverso diverse implementazioni sempre più ambiziose, come il sistema Toyota Safety Sense. Alcune delle tecnologie che solitamente integrano, ad esempio, il rilevatore di angoli ciechi oi sistemi di frenata e prevenzione delle collisioni di emergenza, sono già più che note in quanto presenti in un gran numero di veicoli.

Altri invece, come l’alcolock o le cosiddette scatole nere (simili ai tachigrafi nel trasporto merci), non sono caratteristiche così apprezzate dal grande pubblico. La verità è che ogni produttore aveva stabilito la propria tabella di marcia per l’introduzione degli ADAS. Tuttavia, l’Unione europea si è attivata in materia per stabilire criteri minimi. In effetti, le autorità comunitarie hanno ritenuto più che opportuno intervenire per armonizzare il mercato intorno all’ADAS. L’obiettivo primario è favorire il calo dei decessi che, da un decennio, segna una tendenza al ribasso nel continente, ma il cui calo è rallentato dal 2013 –con un leggero rimbalzo nel 2015–, come si può vedere nel grafico in alto.

Secondo gli ultimi dati Eurostat, nel 2019 il numero totale di persone morte in incidenti stradali nell’UE è stato di 22.756, il 2,5% in meno rispetto all’anno precedente. Il 44,2% dei decessi riguarda automobilisti o passeggeri e il 20,2% pedoni. In questo contesto, tutti gli studi indicano che l’introduzione massiccia di sistemi di assistenza alla guida ridurrebbe gli incidenti. Secondo FESVIAL si eviterebbero 40% degli incidenti, 29% dei morti e il 37% dei feriti . Questi dati seguono la scia di studi internazionali in materia.

Se in linea di principio ci sarebbero state 15 tecnologie obbligatorie (poiché la data è stata posticipata dal 2021 al 2022), alla fine ci saranno dieci sistemi ADAS che ogni nuovo modello deve presentare.

1. Frenata automatica di emergenza per autovetture

2. Sistemi di mantenimento della corsia per le autovetture

3. Controllo del traffico in retromarcia

4. Assistente di velocità intelligente

5. Rilevatore di attenzione e fatica

6. Avvertimento cintura per sedili posteriori

7. Sistemi informativi per i punti ciechi per camion e autobus

8. Controllo della pressione dei pneumatici

9. Registratore dati evento per tutti i veicoli

10. Aggiornamenti ai requisiti per i crash test delle autovetture

Ti potrebbe interessare: Jeep svela il nuovo Commander

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!