in

F1: nuove power unit rinviate al 2026

La Formula 1 si prepara a dire addio alla MGU-H con l’arrivo dei nuovi motori dal 2026

F1: nuove power unit rinviate al 2026
F1: nuove power unit rinviate al 2026

L’MGU-H deve essere abbandonata poiché la F1 sembra destinata a ritardare l’introduzione della nuova generazione di propulsori fino al 2026. In vista del Gran Premio di domenica, la F1 e la FIA hanno rilasciato una breve dichiarazione a seguito di un incontro con i produttori di propulsori esistenti e potenziali.

Oggi si è svolto un incontro che ha coinvolto la FIA, la Formula 1 e i fornitori di Power Unit esistenti e potenziali sulla potenziale nuova Power Unit“, si legge. “La discussione è stata positiva e sono stati compiuti progressi: alcuni dettagli restano da affrontare, tuttavia prevediamo che questi vengano risolti nelle prossime settimane“.

Cosa possiamo capire sul futuro della F1

Come sempre, queste dichiarazioni fanno interpretare qualcosa, ma di fatto si capisce poco o niente. Il “potenziale fornitore” che ha partecipato è stato il Gruppo Volkswagen, i cui marchi includono Audi e Porsche. In discussione era la prossima generazione di propulsori, che ora è stata ritardata fino al 2026.

Desideroso di ridurre i costi – e migliorare l’affidabilità – il costoso MGU-H deve essere abbandonato, il che si spera dovrebbe vedere il costo delle power unit ridotto da $ milioni a circa 1 milione di dollari.

Oltre ai costi, un altro punto all’ordine del giorno era la sostenibilità, e per questo lo sport sta guardando a un design più semplificato, all’uso di biocarburanti e ad una maggiore elettrificazione, infatti si parla di aumentare la potenza elettrica da 120 a 350 con chilowatt, con recovery eventualmente impostata per utilizzare l’avantreno.

È interessante notare che lo sport, pur cercando di incoraggiare nuovi produttori, sta valutando una “quota di iscrizione“, chiedendo anche una garanzia di impegno fino a dieci anni.

Considerando ciò che sarebbe accaduto nel tardo pomeriggio, è interessante che ancora una volta Mercedes e Red Bull siano state coinvolte in una piccola guerra di parole, poiché lo sport valuta se classificare o meno il produttore austriaco come una nuova entità.

Mercedes è disposta a rinunciare alla MGU-H per aiutare il gruppo Volkswagen a partecipare. “La MGU-H verrà abbandonata se riusciamo a trovare l’allineamento di molti altri punti“, ha affermato l’austriaco, secondo Reuters. “Penso che sia un compromesso. Non posso parlare per nessun altro, ma alla Mercedes siamo pronti a per facilitare l’ingresso del Gruppo Volkswagen. Ma ci sono molti altri argomenti in cui è necessario trovare un compromesso“, ha ammesso.

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!