in ,

FCA si prepara a riprendere le sue attività produttive in Nord America

FCA
FCA

Mentre Fiat Chrysler Automobiles (FCA) si prepara a riprendere le sue attività produttive in Nord America, la Società ha sviluppato e sta implementando un programma completo di misure di sicurezza avanzate per proteggere i dipendenti, le loro famiglie e le comunità circostanti dalla diffusione e trasmissione di COVID-19 quando le fabbriche riaprono. “Soprattutto, la nostra priorità è sempre stata quella di fare ciò che è giusto per i nostri dipendenti”, ha dichiarato Mike Manley, CEO di FCA. “Abbiamo lavorato a stretto contatto con i sindacati per stabilire protocolli che garantiscano che i nostri dipendenti si sentano al sicuro sul lavoro e che siano state prese tutte le misure possibili per proteggerli.”

FCA è pronta a riprendere le sue attività in Nord America con la massima attenzione per la salute dei suoi dipendenti

“Abbiamo attinto alla nostra competenza globale collettiva e alle migliori pratiche per ripensare i nostri processi di produzione per mettere in atto protocolli globali per mantenere la nostra forza lavoro sicura”, ha detto Manley. “Non c’è dubbio che venire a lavorare avrà un aspetto diverso. Ho visitato molte delle nostre strutture nell’area di Detroit, ho incontrato i nostri team e ho camminato dentro alle nostre fabbriche. Vorrei cogliere l’occasione per ringraziare personalmente tutti i nostri colleghi che hanno svolto un lavoro incredibile mettendo in atto protocolli di sicurezza per proteggere il nostro personale. Grazie a tutti.”

Da quando ha chiuso i suoi stabilimenti negli Stati Uniti, in Canada e in Messico il 18 marzo, FCA ha lavorato per mettere in atto le migliori pratiche che hanno consentito il riavvio delle operazioni presso le sue strutture in Cina e in Italia. Allineati con le raccomandazioni dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), dei Centri per il controllo delle malattie (CDC) e dell’Amministrazione della sicurezza e della salute sul lavoro (OSHA), questi protocolli solidi, insieme alle azioni che i dipendenti dovranno intraprendere per salvaguardare se stessi e gli altri, sono stati comunicati come parte di un pacchetto Return to Work inviato a quasi 47.000 impiegati rappresentati negli Stati Uniti e in Canada. Il Messico condividerà le stesse informazioni attraverso la formazione di persona.

FCA sta implementando livelli di protezione per combattere la diffusione e la trasmissione di COVID-19. Ciò include la pulizia, la disinfezione e l’allontanamento sociale, ma soprattutto, garantendo il benessere di tutti coloro che entrano in una struttura FCA. In tale ottica, la Società richiederà ai propri dipendenti, nonché a tutti i visitatori, di completare una valutazione giornaliera del rischio sanitario, che consiste in:

Misurare la temperatura meno di due ore prima di riferire al lavoro o visitare il sito con una striscia di temperatura o un termometro personale forniti dall’azienda. Completamento di un questionario autopulente e consegna al momento dell’iscrizione. Come ulteriore misura di sicurezza, la Società sta installando le termocamere per verificare le temperature di dipendenti e visitatori.

Ti potrebbe interessare: GM, Fiat Chrysler e Ford prevedono di riaprire le fabbriche statunitensi il 18 maggio

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!