in

Ferrari 296 GTB: arriva l’elaborazione di DMC per 888 cv

Questa 296 GTB è stata portata a 888 cv di potenza elaborando solo il motore termico

Ferrari 296 GTB DMC anteriore

La Ferrari 296 GTB è una supercar rivoluzionaria per il marchio italiano. Come prima vettura con motore V6, la 296 sfrutta i progressi moderni realizzati nell’elettromobilità. Con l’intento di aumentare le prestazioni, il tuner tedesco DMC ha fornito a questa vettura speciale un miglioramento delle prestazioni conclusivo, nonché revisioni dell’aerodinamica.

Di serie, la supercar impiega un V6 biturbo da 3,0 litri che funziona in combinazione con un’esclusiva configurazione del motore elettrico per produrre una potenza combinata di 818 cavalli. DMC ha aumentato la potenza a 888 CV armeggiando solo con il motore a combustione interna. Il pacchetto “Squalo” impiega una serie di step fatti per arrivare a questa potenza.

Ferrari 296 GTB by DMC: cosa cambia rispetto alla versione di serie

Il primo step ha visto DMC modificare i controlli per il sistema di gestione del motore tramite un modulo sviluppato internamente. Questo componente hardware introduce una mappa personalizzata che altera l’iniezione di carburante e l’accensione. Successivamente, ha applicato un controllo elettronico della pressione di sovralimentazione che non solo aumenta la potenza, ma migliora anche la risposta dell’acceleratore dell’auto.

Osservando il motore a benzina in isolamento, le ottimizzazioni di DMC vedono aumentare la potenza da 653 CV a 723 CV, consentendo alla GTB di scattare da 0 a 100 km/h in 2,8 secondi e raggiungere una velocità massima di 300 km/h. Il motore a flusso assiale a statore singolo a doppio rotore non è stato toccato affatto, il che significa che mantiene il suo contributo di potenza standard di 165 CV.

Per completare il tutto, la 296 GTB Squalo beneficia di una serie di pannelli aerodinamici in fibra di carbonio forgiata migliorati progettati con software all’avanguardia. A migliorare il carico aerodinamico sulla supercar c’è uno splitter anteriore in due pezzi ridisegnato, uno spoiler e un diffusore posteriori e minigonne laterali. Per completare il look, l’elaboratore ha montato un set di cerchi Pur da 21 pollici anteriori e da 22 pollici al posteriore.

DMC afferma che, con il suo pacchetto Squalo, desidera abbracciare l’era moderna delle criptovalute e degli NFT. Ecco perché ha incorporato un metodo di pagamento in criptovaluta per i suoi clienti e un NFT esclusivo che si presenta sotto forma di una copia 3D dell’auto. DMC afferma che l’eventuale proprietario sarà in grado di interagire con questa versione 3D su Metaverse di Facebook o sulla sua app per la realtà aumentata.

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!