in

Ferrari amareggiata da quanto accaduto a Leclerc

Mattia Binotto ammette di essere amareggiato per come sono andate le cose per Leclerc in Turchia

Ferrari - Charles Leclerc
Ferrari - Charles Leclerc

Mattia Binotto si è sentito “un po’ amareggiato” quando la Ferrari ha rinunciato alla scommessa di Charles Leclerc di completare il GP di Turchia senza un pit stop, cedendo il comando. Mentre quelli davanti a lui si sono fermati per le gomme intermedie fresche, Leclerc ha chiesto alla Ferrari se poteva andare fino alla fine senza fermarsi ai box, rimanendo con le stesse gomme che usava nel primissimo giro del Gran Premio.

La Ferrari ha risposto di sì e Leclerc ha corso in P1 per quasi 10 giri prima che Valtteri Bottas, con le gomme nuove, passasse al comando. Fuori dalla prima posizione, la Ferrari ha deciso di chiamare il pilota per le gomme nuove, il monegasco è tornato al quarto posto davanti a Sergio Perez. Quello è diventato P3 quando Lewis Hamilton alla fine si è fermato ma, ahimè, Leclerc è tornato al quarto posto quando Perez lo ha superato per l’ultimo posto sul podio.

Binotto rimpiange ciò che avrebbe potuto essere. “Di sicuro ci abbiamo creduto e ci abbiamo provato”, ha detto a Sky Italia. “Devo dire che siamo un po’ amareggiati in questo momento, di sicuro credevamo che Leclerc potesse vincere. “Penso che sia stato coraggioso da parte nostra provare [a vincere] in quel momento. Eravamo facilmente P3, il rischio era di perdere P3 per P4. Poi è successo, ma poteva essere anche una grande opportunità. “Quindi è giusto averlo provato.

“Quando Charles è tornato in pista era comunque davanti a Perez, in quei primi giri tutti hanno sofferto il graining e in qualche modo abbiamo pagato per questo”. Leclerc non è stato l’unico pilota che ha pagato un prezzo pesante per la sua sosta tardiva, Hamilton, un altro ritardatario, che ha anche lottato per portare le sue Pirelli nella zona di lavoro. Binotto ritiene che, poiché entrambi sono stati costretti a spingere fin dal primo giro sulle nuove intermedie, le gomme hanno mostrato più graining rispetto a quelle dei loro rivali.

Ti potrebbe interessare: Nuova Ferrari Icona: data di presentazione confermata per il 21 novembre

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!