Ferrari
Ferrari
in ,

Ferrari chiede più tempo per gestire il taglio della sua forza lavoro nel 2021

Ferrari ha riconosciuto che gestire la riduzione della sua forza lavoro in tempi di pandemia è una missione molto complicata. La Scuderia ha sei mesi per affrontare questa battuta d’arresto che genera il limite di budget ma confida che la Formula 1 sarà più flessibile data la situazione attuale e consentirà loro di avere tutto pronto per il 2021.

Il team boss della Ferrari, Mattia Binotto, ha spiegato che l’azienda italiana è in difficoltà quando si tratta di gestire il ridimensionamento. Il marchio ha già inviato ad Haas alcuni dei suoi dipendenti più noti – anche se lavoreranno dalla stessa sede di Maranello – ma ora stanno pensando a cosa fare con una parte del team di Formula 1. Gli italiani praticamente escludono i licenziamenti, trasferire personale è la prima opzione.

“Ci hanno dato sei mesi, ma abbiamo davvero chiesto di più. La pandemia non è ancora finita e licenziare dipendenti sarebbe la cosa sbagliata. Dobbiamo rivedere quel periodo di sei mesi, preferiamo avere fino alla fine dell’anno. L’idea è trasferire le persone nel team di macchine stradali, siamo un’azienda molto grande, abbiamo delle opzioni, ma non è un lavoro facile “, ha spiegato Binotto nelle parole pubblicate da Motorsport Italia.

Il tetto del budget – che se non verrà raggiunto inizierà a incidere a livello di sanzioni nel 2022, ma non nel 2021 – sta interessando principalmente le tre squadre più grandi della Formula 1: Ferrari, Mercedes e Red Bull. Certo, nel caso di questi ultimi due, che operano in Gran Bretagna, il loro Paese ha una legislazione sul lavoro molto più flessibile che in Italia, e quindi il processo della Scuderia di Maranello è molto più complicato.

Simone Resta e Jock Clear sono due degli uomini che lasceranno la Ferrari nel 2021. Entrambi entreranno a far parte del team Haas, il primo si unirà alla parte tecnica e il secondo, sarà l’allenatore di Mick Schumacher nel suo anno di debutto in Formula 1. Inoltre, aiuterà anche i giovani talenti della Ferrari Academy come Robert Shwartzman o Callum Ilott a prepararsi per il loro debutto nel Grande Circus.

Inoltre, la Ferrari ha anche stretto più legami con Haas a Maranello, poiché gli italiani hanno dato alla squadra di Guenther Steiner un compito. Obiettivo di questo piano è riposizionare parte della Scuderia nella squadra nordamericana per dare loro maggiori risorse e ridurre a sua volta le spese della struttura di Mattia Binotto secondo il nuovo tetto di bilancio.

Ti potrebbe interessare: Ecco quali saranno le linee principali della nuova Ferrari SF21

Looks like you have blocked notifications!