Ferrari
Ferrari
in

Ferrari e clienti raccolgono € 1 milione per combattere la pandemia di Covid-19

Gli sforzi della Ferrari per affrontare la pandemia di coronavirus continuano. La Società ha lanciato una raccolta fondi per sostenere il sistema sanitario della provincia di Modena e abbinerà tutte le donazioni fatte dai suoi clienti. L’iniziativa è il risultato di sforzi condivisi da parte della Società e dei suoi numerosi clienti internazionali che, negli ultimi anni, hanno preso parte al volante delle loro auto Ferrari alla Cavalcade, esperienze di viaggio organizzate dal Cavallino Rampante. Ferrari replicherà ogni importo donato dai suoi clienti.

Ferrari ha lanciato una raccolta fondi per sostenere il sistema sanitario della provincia di Modena

Nel giro di pochi giorni la raccolta fondi ha già raggiunto il milione di euro e continuerà nelle prossime settimane. I fondi iniziali sono stati immediatamente resi disponibili a Modena, città natale dello stesso Enzo Ferrari. L’Azienda Unità Sanitaria Locale (AUSL), l’unità di assistenza sanitaria locale del Servizio sanitario nazionale italiano, li utilizzerà per trattare i pazienti affetti da Covid-19 e per acquistare ausili medici e attrezzature per contrastare l’infezione.

Parte del finanziamento sarà impiegata nell’espansione della telemedicina, che consente il monitoraggio remoto dei cittadini con potenziali sintomi di Covid-19 attraverso dispositivi collegati a smartphone o tablet tramite Bluetooth. Grazie alle donazioni Ferrari, l’AUSL Modena sta già utilizzando questa tecnologia con pazienti che risiedono nelle case di cura della provincia, che sono già affetti da disturbi neurologici e sono stati testati positivi per il virus.

La Ferrari ha anche recentemente donato un’ambulanza all’AUSL Modena che è completamente attiva e in uso quotidiano dal dipartimento di emergenza per tutti i pazienti affetti da Covid-19. La Società continua a prendere in considerazione ulteriori azioni per fornire assistenza tangibile immediata alla comunità durante l’attuale emergenza e, in particolare, grazie alla generosità dei suoi numerosi clienti da tutto il mondo.

Ti potrebbe interessare: La Ferrari e il ritardo delle nuove regole: Forse non ci favorisce

Looks like you have blocked notifications!