Ferrari Maranello
Ferrari Maranello
in ,

Ferrari premia i suoi dipendenti

Ferrari continua a investire e rafforzare il proprio sistema di welfare aziendale, riconoscendo e valorizzando il contributo delle proprie persone anche durante un anno reso complesso a causa della pandemia Covid-19.

Supplemento al Premio Competitività 2020

Ferrari ha condiviso con le stesse organizzazioni sindacali italiane che hanno firmato l’accordo per il Premio Competitività (sulla base degli indicatori di performance della Società) un ulteriore supplemento per il 2020 di un valore lordo aggiuntivo di 2.100 euro previsto in pagamento ad aprile, che porta il valore lordo totale del premio ad Euro 7.526,14 per dipendente.

Ciò si aggiunge all’importante misura già concordata che considerata come attività manifatturiera ha effettivamente svolto tutti i giorni lavorativi del periodo di sospensione dal 14 marzo al 4 maggio 2020. Durante queste sette settimane i dipendenti impossibilitati ad adottare il lavoro a distanza hanno percepito una retribuzione regolare, senza alcuna ricorso agli ammortizzatori sociali con aspettativa retribuita sostenuta dalla Società. Allo stesso modo, altre assenze, supportate da specifiche certificazioni e dovute all’evento straordinario della pandemia, non saranno conteggiate nell’Award. Come risultato di tutte queste misure, la grande maggioranza dei dipendenti riceverà un bonus in aumento del 7%.

Crescita del numero dei dipendenti

A livello globale la forza lavoro complessiva del Gruppo è aumentata nel 2020 del 6,3% raggiungendo oltre 4.500 dipendenti proseguendo la crescita degli anni precedenti. Per il 2021 sono previsti 50 nuovi operai in linea di montaggio del reparto Carrozzeria V8 di Maranello tra aprile e maggio.

Di nuovo in pista

Il programma “Back on Track” è stato introdotto lo scorso aprile, come risposta alla pandemia, per rendere più sicuro il luogo di lavoro e per sostenere il benessere psicofisico dei dipendenti. Ferrari è stata una delle prime aziende ad offrire alle proprie persone e alle loro famiglie test sierologici volontari (oltre 25.000 test forniti) e la prima in Emilia-Romagna ad introdurre lo scorso novembre i test rapidi con tampone (quasi 15.000 test effettuati). L’Azienda ha inoltre messo a disposizione delle autorità sanitarie locali la propria infrastruttura per effettuare screening e, al più presto, vaccinazioni contro il coronavirus per il grande pubblico.

Formazione

Attenzione alle persone per Ferrari significa anche prendersi cura della crescita delle proprie capacità. Nel corso del 2020, in ottemperanza alle normative anti-contagio, Ferrari ha erogato oltre 63.000 ore di formazione ai dipendenti, per lo più a distanza: un incremento di circa l’11% rispetto alle 57.000 ore del 2019.

Servizi per i dipendenti e le loro famiglie

Nonostante le difficoltà causate dal Covid-19, lo scorso anno Ferrari ha organizzato ancora una volta un centro estivo per oltre 330 figli di dipendenti, apprezzata occasione di incontro e socializzazione prima di tornare a scuola. La Ferrari ha anche rimborsato il costo dei libri scolastici per i figli di circa 700 dipendenti e fornito 57 borse di studio per gli studenti più meritevoli.

Nel 2020, il progetto Formula Benessere ha fornito più di 1.100 visite mediche specialistiche per i lavoratori in un momento in cui molte strutture sanitarie hanno limitato o sospeso le loro attività. Grazie al Progetto FB Junior, oltre 650 figli di dipendenti hanno avuto un check up medico che comprendeva oltre 10 visite specialistiche. Infine è stato introdotto “Al Posto Tuo”: un nuovo servizio offerto a tutti i dipendenti che hanno la possibilità di delegare ad un punto di servizio dedicato le pratiche amministrative domestiche come il pagamento delle utenze, le esigenze di affrancatura ecc. -equilibrio di vita.

Ti potrebbe interessare: Ferrari non ha idea quando verrà nominato un nuovo CEO

Looks like you have blocked notifications!