in

Ferrari: un nuovo brevetto mostra l’innovativo tergicristallo

Scoperto un brevetto di Ferrari per un nuovo tergicristallo

Brevetto tergicristallo Ferrari

Basta guardare la Ferrari Daytona SP3 per comprendere la magnificenza dello sviluppo ingegneristico. L’auto è un’opera d’arte moderna assolutamente meravigliosa. È elegante, abbraccia la strada in un modo che connota istantaneamente la velocità nel momento in cui la vedi, che si tratti di correre sul rettilineo principale di una pista o di stare ferma per un servizio fotografico. Ma potrebbe sembrare ancora più atletica? Potrebbe essere ancora più aerodinamica? La risposta a entrambe le domande è affermativa se un nuovo brevetto depositato dalla Ferrari è indicativo. CarBuzz ha scoperto il brevetto questa mattina e riguarda un’innovazione di cui molti a malapena prendono atto finché non ne hanno bisogno.

Parliamo dei tergicristalli. Sebbene in genere svolgano il loro lavoro abbastanza bene, sono sia antiestetici che meno efficienti di quanto vorremmo a volte. Nel 2013, la McLaren avrebbe sviluppato un sistema di pulizia del parabrezza che utilizzava minuscole vibrazioni per spostare pioggia, insetti e fango. Tesla ha anche suggerito di utilizzare i laser invece dei tradizionali tergicristalli, ma il design della Ferrari è un po’ più adatto alle auto di produzione.

Il nuovo brevetto Ferrari

Nella domanda di brevetto, un tergicristallo ha almeno un ugello posizionato sul bordo del parabrezza. Questo è “capace di emettere un getto di aria compressa” che spingerebbe l’aria lontano dal parabrezza, migliorando così la visibilità. Con un design del tergicristallo più efficiente, il braccio del tergicristallo stesso potrebbe essere reso più piccolo e meno invadente, rendendo così l’auto più elegante e migliore in termini di resistenza aerodinamica.

È interessante notare che c’è un brevetto risalente al 1953 depositato negli Stati Uniti e pubblicato tre anni dopo. Questo ha un design molto simile, in cui l’aria compressa esce dagli ugelli su entrambi i lati di ciascun tergicristallo. La differenza è che questo primo progetto suggeriva di soffiare aria verso l’esterno, nella direzione in cui sta viaggiando l’auto. Anche questo sembra essere abbastanza efficace, ma il vantaggio del design della Ferrari è che aiuterebbe ad “accelerare” l’aria che si muove sull’auto. Inoltre, la casa di Maranello indica una disposizione per il riscaldamento e il raffreddamento dell’aria, cosa che sarebbe di grande aiuto in quelle mattine d’inverno.

Naturalmente, ci sono problemi intrinseci, il più ovvio dei quali è la necessità di un compressore e di un serbatoio d’aria. Tuttavia, pensiamo che il tergicristallo sia atteso da tempo per una riprogettazione e questo potrebbe essere proprio ciò che dovrebbe avvenire a breve.

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!