in

Fiat Chrysler: in USA Class Action da oltre 1 milione di clienti

BMW X3 e iX3 2022: dalla Cina arrivano nuove immagini "non ufficiali"
BMW X3 e iX3 2022: dalla Cina arrivano nuove immagini "non ufficiali"

Lo studio legale Hagens Berman ha intentato una causa nel distretto orientale del Michigan (USA) a fine aprile contro il gruppo Fiat Chrysler Automobiles. Come affermato nella dichiarazione, i motori FCA TigerShark MultiAir II da 2,4 litri sono soggetti a un elevato consumo di olio, il che comporta un arresto improvviso della vettura. Questa unità di potenza è stata installata su Dodge Dart, Jeep Renegade, Fiat 500X e molti altri modelli. Secondo Steve Berman, managing partner di Hagens Berman, i compratori sono spaventati da improvvisi e inaspettati arresti del motore che vengono ignorati dai rivenditori e dai tecnici della FCA. Secondo lui, incidenti mortali dovuti a un tale difetto sono solo una questione di tempo.

Lo studio legale Hagens Berman ha intentato una causa nel distretto orientale del Michigan (USA) a fine aprile contro il gruppo Fiat Chrysler

L’eccessivo consumo di olio è stato un problema per i proprietari di auto coinvolte nella casa contro Fiat Chrysler per molti anni. In precedenza, l’autorità federale responsabile della sicurezza stradale è stata informata del problema. Il gruppo di querelanti chiede che il produttore sia obbligato a installare un indicatore che avvisa della mancanza di olio motore, oltre a compensarli finanziariamente per le perdite subite in relazione alla riparazione del motore. Una nuova grana per il gruppo italo americano che dovrà dunque fare i conti con questa class action.

Ti potrebbe interessare: FCA continua i colloqui con UAW per la riapertura degli stabilimenti in USA

Fiat Chrysler
Lo studio legale Hagens Berman ha intentato una causa nel distretto orientale del Michigan (USA) a fine aprile contro il gruppo Fiat Chrysler

Ti potrebbe interessare: Fiat assume antropologi per comprendere i consumatori nel post-pandemia

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!