Fiat Chrysler
Fiat Chrysler
in

Fiat Chrysler, negli Stati Uniti 400 nuovi punti vendita

Per Fiat Chrysler questo è un periodo importante. Infatti il gruppo italo americano, dopo aver vissuto un 2016 da autentico protagonista con un grande incremento nelle vendite e conseguente riduzione dell’indebitamento, anche per quanto concerne i prossimi anni  vuole continuare sulla stessa strada. Per fare questo diventa fondamentale fare bene nel mercato americano considerato il più importante al mondo per quello che concerne il segmento premium del settore auto.

In vista del lancio di Alfa Romeo Stelvio e Giulia, dunque il gruppo italo americano guidato da Sergio Marchionne ha deciso di espandere la propria rete di concessionari degli USA portandola dai circa 2500 attuali a quasi 3 mila. Si tratterebbe di un’aggiunta di oltre 400 nuovi punti vendita, con la quale Fiat Chrysler Automobiles punterebbe per conquistare nuovi clienti e crescere sul mercato con nuove fette di mercato.

Del resto si vocifera che i ritardi nella commercializzazione della berlina di segmento ‘D’ Alfa Romeo Giulia siano dipesi proprio dalla scarsa adeguatezza della rete di vendita nel supportare il rilascio di tale veicolo. Sarebbe questo il motivo per cui la vettura è arrivata sul mercato solo da una decina di giorni.

Leggi anche: Fiat Chrysler: Sergio Marchionne può ritenersi soddisfatto dall’incontro con Trump

Fiat Chrysler: secondo Autonews verrà ampliata la rete dei concessionari con altri 400 punti vendita

Leggi anche: Alfa Romeo Stelvio: il prezzo di partenza dovrebbe essere 38 mila euro

Vedremo dunque se questo ampliamento di oltre 400 punti vendita che Fiat Chrysler avrebbe deciso secondo quanto riportato da Autonews, potrà realmente servire al raggiungimento egli obiettivi prefissati nei prossimi anni da Sergio Marchionne e soci. Qualcuno però nel mondo dei motori storce il naso davanti a questa decisione che arriverebbe nel momento sbagliato, visto che il mercato auto degli Stati Uniti appare in leggera flessione dopo anni di grande espansione commerciale.

Looks like you have blocked notifications!