Fiat Chrysler
Fiat Chrysler
in

Fiat Chrysler, nuovo richiamo negli Stati Uniti

Fiat Chrysler ha fatto un annuncio importante nelle scorse ore negli Stati Uniti. La settima azienda al mondo per numero di immatricolazioni nel settore auto comunica di aver richiamato alcune vetture di Chrysler e Dodge perché i bulloni dell’albero di trasmissione possono allentarsi su tutti i modelli a trazione integrale aumentando il rischio di un incidente. La casa automobilistica italo americana diretta dal numero uno, l’amministratore delegato Sergio Marchionne, dichiara anche che le vetture colpite includono i modelli Dodge Charger e Chrysler 300 realizzati tra il 2014 e il 2017 ma solo nei modelli dotati di trazione integrale.

Fiat Chrysler: nuovo richiamo in Nord America per la società italo americana

Fiat Chrysler ha pure informato la stampa con una nota apparsa sul sito ufficiale che notificherà ai proprietari e ai concessionari dove e quando sostituire tutti gli otto bulloni dell’albero di trasmissione anteriore per le auto. Questa operazione ovviamente avverrà a titolo assolutamente gratuito, come sempre avviene in tali situazioni. Il richiamo dovrebbe cominciare il prossimo 31 marzo 2017. In totale sarebbero circa 75.000 le vetture coinvolte negli Stati Uniti, Canada e Messico. Fino a questo momento, sempre secondo quanto dichiarano i responsabili del gruppo italo americano, non ci sono state segnalazioni  di incidenti o di infortuni.

 

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler: nuovo richiamo per 75.000 modelli di Dodge Charger e Chrysler 300 a trazione integrale in Nord America

Leggi anche: General Motors: secondo Bloomberg nessun interesse per fusione con Fiat Chrysler

Nei prossimi giorni si attendono nuove comunicazioni per concessionarie e clienti delle auto coinvolte

Vi aggiorneremo naturalmente qualora dovessero arrivare novità importanti su questo richiamo che come abbiamo poc’anzi affermato riguarderebbe Dodge Charger e Chrysler 300 a trazione integrale. L’allentamento dei bulloni della trasmissione potrebbe causare dei gravi rischi per i passeggeri delle auto coinvolte che potrebbero rimanere coinvolti in incidenti.

Looks like you have blocked notifications!