Sergio Marchionne
Sergio Marchionne: amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles
in

Fiat Chrysler, Sergio Marchionne ha un sospetto

Sergio Marchionne, amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles ha un terribile sospetto. Le pesanti accuse che arrivano dagli Stati Uniti potrebbero avere una matrice politica. Il CEO di FCA teme di essere rimasto involontariamente coinvolto in una vera e propria lotta politica tra l’amministrazione Obama e quella di Donald Trump, che a breve si insedierà alla casa bianca. Il timore del numero uno del gruppo italo americano deriverebbe dalla tempistica degli avvenimenti. Infatti a pochi giorni dall’annuncio di un corposo investimento da oltre un miliardo di euro negli USA per la realizzazione di 3 nuovi modelli di Jeep, con la ristrutturazione di 2 impianti e la creazione di 2 mila posti di lavoro, FCA è stata colpito da questo fulmine a ciel sereno.

Fiat Chrysler, il timore di Sergio Marchionne deriva da un sospetto

Il timore di Sergio Marchionne è che qualcuno possa aver visto in questo investimento un modo di ingraziarsi il nuovo Presidente che ha anche pubblicamente ringraziato Fiat Chrysler per la decisione di investire negli Stati Uniti. Infatti Sergio Marchionne ha dichiarato che da tempo negoziava sulla questione con l’EPA, l’agenzia per la protezione ambientale degli Stati Uniti. Dunque pare strano che la notizia all’improvviso sia stata diffusa alla stampa in questa maniera. Tra l’altro l’amministratore delegato del gruppo italo americano pare non aver gradito affatto il parallelo che molti hanno fatto con Volkswagen.

Leggi anche: Jeep Grand Cherokee: la versione del futuro su base Alfa Romeo

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler: il timore di Sergio Marchionne deriva da un sospetto che in queste ore viene preso in considerazione dal numero uno di FCA

Leggi anche: Jeep Grand Cherokee: la versione del futuro su base Alfa Romeo

Il Ceo di Fiat Chrysler Automobiles mette in evidenza come le posizioni della sua azienda e del gruppo tedesco siano completamente diverse. Infatti FCA non è comunque accusata di frode e dunque le accuse sono molto meno pesanti. Vedremo e seguiremo con attenzione come la situazione si evolverà nelle prossime ore.

Looks like you have blocked notifications!