Ford
Ford
in

Ford e BMW inizieranno a testare le celle a stato solido nel 2022

Ford e BMW avranno presto accesso a celle di batteria a stato solido avanzate e inizieranno a testarle nelle applicazioni automobilistiche

Ford e BMW avranno presto accesso a celle di batteria a stato solido avanzate e inizieranno a testarle nelle applicazioni automobilistiche. Nel 2017, le due case automobilistiche hanno annunciato investimenti in Solid Power che sta sviluppando le nuove batterie avanzate. È stato ora rivelato che Solid Power sta espandendo l’impronta della sua fabbrica in Colorado mentre si prepara a iniziare la produzione pilota delle sue batterie a stato solido all’inizio del 2022.

Tech Crunch riferisce che la nuova struttura si concentrerà sulla produzione di un materiale elettrolitico solido a base di solfuro e includerà spazio per una linea di produzione incentrata sulle celle della batteria da 100 ampere. Ford e BMW dovrebbero mettere le mani su queste celle all’inizio del 2022 e iniziare a testarle in applicazioni automobilistiche prima di un lancio sul mercato alla fine del decennio.

Le batterie a stato solido sono viste da molti come il prossimo passo logico rispetto alle attuali batterie agli ioni di litio utilizzate dai veicoli elettrici e ibridi. Offrono una maggiore densità energetica, riducono i costi e hanno una maggiore aspettativa di vita. Il CEO di Solid Power, Doug Campbell, ha dichiarato a TechCrunch che sono più sicure in quanto è l’elettrolita liquido che funge da “la scintilla che porta alla fuga termica”. Riferendosi alle case automobilistiche che combattono contro i problemi di incendio sui loro veicoli elettrici, Campbell ha commentato che “Crediamo fermamente che questi problemi che sia Hyundai che GM stanno affrontando sarebbero risolti con una batteria a stato solido”.

Solid Power non intende diventare un rivale di artisti del calibro di Panasonic, LG e CATL e si considera un’azienda di materiali. L’espansione della produzione dell’azienda consentirà di produrre celle sufficienti per fornire più OEM per i test automobilistici, ma prevede di concedere in licenza le celle della batteria ai partner anziché produrle internamente. Vuole produrre materiale elettrolitico sufficiente per supportare una capacità di cella annuale di 10 gigawattora entro il 2027, per la quale avrà bisogno di “ordini di grandezza” in più di capacità di produzione di elettroliti, ha affermato Campbell.

Ti potrebbe interessare: La tecnologia dei videogiochi sta aiutando Ford a sviluppare veicoli

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!
Looks like you have blocked notifications!