in ,

Ford sta condividendo i dati delle sue auto a guida autonoma per stimolare l’innovazione

Ford
Ford

Ford sta rilasciando dati relativi ai suoi veicoli a guida autonoma nel tentativo di stimolare l’innovazione nel campo della guida autonoma. Il set di dati è rivolto a tutta la comunità accademica e include non solo i dati LiDAR e dei sensori della fotocamera, oltre a informazioni GPS e traiettoria, ma anche elementi unici come dati multi-veicolo e nuvole di punti 3D e mappe riflettenti del terreno. Questo set di dati copre un intero anno e comprende variazioni stagionali e diversi tipi di ambienti in tutta Detroit: giorni soleggiati, nuvolosi e nevosi, autostrade, tunnel, complessi residenziali e quartieri, aeroporti, aree urbane dense, nonché zone di costruzione e attività pedonali.

Ford sta rilasciando dati relativi ai suoi veicoli a guida autonoma nel tentativo di stimolare l’innovazione nel settore

“La maggior parte dei set di dati offre dati solo da un singolo veicolo, ma le informazioni sui sensori di due veicoli possono aiutare i ricercatori a esplorare scenari completamente nuovi, soprattutto quando i due si incontrano in punti diversi lungo i rispettivi percorsi. In questo momento, un veicolo ha una “visione” limitata in termini di ciò che può vedere; noterai nelle nostre visualizzazioni che alcune parti non sono colorate, il che è dovuto al fatto che i sensori del veicolo non potevano penetrare in quelle aree. Ma con più veicoli nella stessa area generale, è possibile rilevare le cose che gli altri semplicemente non possono, aprendo potenzialmente nuove rotte per la comunicazione multi-veicolo, la localizzazione, la percezione e la pianificazione del percorso. ”
Tenendo presente ciò, il set di Ford include dati con timestamp ad alta risoluzione da un totale di quattro LiDAR e sette telecamere. Nel frattempo, dati precisi sulla localizzazione e sulla verità di base consentono ai ricercatori di vedere quanto siano accurati i loro algoritmi. Oltre a tutto ciò, Ford offre anche alla comunità di ricerca l’accesso alle mappe di riflettività del piano terra 3D ad alta risoluzione, dandoci una comprensione di come questi veicoli a guida autonoma “vedono” il mondo che li circonda.

Ti potrebbe interessare: Il patrimonio netto della Ferrari supera quello di Ford e GM

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!