General Motors
General Motors
in ,

General Motors cambia logo per la prima volta dal 1964

General Motors sta compiendo innumerevoli sforzi umani ed economici per affermarsi come produttore di riferimento nel mercato emergente dell’elettricità. Nel recente passato vi abbiamo raccontato in dettaglio delle innumerevoli innovazioni tecnologiche e modelli che l’azienda sta attualmente preparando per i diversi segmenti che compongono questa nuova parte del mercato, ma ci troviamo anche con un cambio di mentalità in azienda che si rifletterà nella sua politica di marketing e nell’immagine del suo marchio.

Per questo motivo, General Motors ha appena presentato una nuova campagna di marketing chiamata “Everybody In” che intende mostrare le diverse possibilità e prestazioni della sua nuova tecnologia Ultium di piattaforme elettriche flessibili, che sarà utilizzata dalla stragrande maggioranza dei modelli elettrici che la società nordamericana sta per lanciare. GM ha svelato un nuovo emblema nell’ambito di questa campagna.

Il nuovo emblema della General Motors è in realtà una versione semplificata e modernizzata del logo che l’azienda utilizza dal 1964. Come possiamo vedere nell’immagine sopra, il nuovo stemma ammorbidisce i bordi del quadrato precedente per formare una nuova figura che ora serve a circondare le iniziali dell’azienda. Questi ora appaiono stilizzati in minuscolo, quindi la linea che li sottolineava ora ricade solo sotto una delle lettere.

Questo cambio di stemma, non meno di 57 anni dopo, è il miglior esempio dei grandi cambiamenti che sta subendo la gamma del produttore americano e che interesseranno tutti i marchi che compongono la sua offerta. Da Chevrolet e Buick a Cadillac avranno nuovi modelli alimentati da batterie. L’azienda ha annunciato il lancio di una trentina di veicoli elettrici nei prossimi 5 anni.

Nonostante questa ambiziosa strategia tecnologica e commerciale abbia avuto un prezzo e anche molto alto, visto che marchi come Opel, Vauxhall o Holden sono stati ceduti o sono scomparsi. Se la prima è stata venduta al gruppo PSA, l’azienda australiana è stata semplicemente eliminata del tutto, chiudendo così uno dei capitoli più importanti dell’industria automobilistica australiana. Sebbene anche il ramo nordamericano dell’azienda sia stato sottoposto a forti tagli, come la chiusura di numerosi stabilimenti nel suo mercato interno, con l’eliminazione massiccia di modelli meno redditizi e ciò ha significato la scomparsa della stragrande maggioranza delle berline in Nord America e di migliaia di licenziamenti.

Ti potrebbe interessare: General Motors si arrabbia con Facebook e rimuove i suoi annunci

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!
General Motors
General Motors
Looks like you have blocked notifications!