GP Spagna 2021: intervista a Bottas, Hamilton e Wolff sulla gara
GP Spagna 2021: intervista a Bottas, Hamilton e Wolff sulla gara
in ,

GP Spagna 2021: intervista a Bottas, Hamilton e Wolff sulla gara

Lewis Hamilton ha vinto un avvincente GP Spagna, ieri e ha tenuto gli appassionati incollati sullo schermo con la sua rimonta nell’ultima metà gara. Ricordiamo che prima che Hamilton entrasse ai box per la seconda sosta, Verstappen era avanti e Hamilton era subito dietro ad un solo secondo di distacco. Il circuito non è particolarmente favorevole ai sorpassi, pertanto l’inglese ha provato una strategia diversa che si è rilevata vincente. Lewis Hamilton, dunque, ha conquistato la sua 98esima vittoria in carriera. Il distacco tra lui e Verstappen in classifica piloti è aumentato a 14 punti. La Mercedes nel frattempo con il campionato costruttori macina sempre punti su punti rispetto alla RedBull, che ha visto oggi un Perez relativamente sottotono che ha conquistato solo un quinto posto, a differenza di Mercedes che ha registrato un primo ed un terzo posto. Ma, a questo punto, vediamo le parole dei due piloti ufficiali e del team principal Toto Wolff.

GP Spagna 2021: parola ai piloti e al team principal

Lewis Hamilton: “Che giornata! Anche in questo fine settimana è stato un lavoro straordinario per tutta la squadra ed è così bello rivedere i fan qui. Ho anche visto alcune bandiere britanniche in mezzo alla folla e mi sono davvero perso! Mi sento benissimo, come se potessi farlo di nuovo, tutto l’allenamento sta chiaramente dando i suoi frutti! La partenza è stata molto ravvicinata, c’era molta gomma sul lato destro della griglia e Max è partito davvero bene. Poi sono andato a caccia e sono stato così vicino a Max per così tanto tempo durante le fasi iniziali della gara, ed ero preoccupato di non riuscire a far durare le gomme nell’aria sporca. Sembrava molto indietro dopo la seconda sosta – era qualcosa come 20 secondi dietro Max – ma è stata una chiamata davvero audace da parte del team. Ero davvero combattuto, mi sembrava di avere la possibilità di fare la mossa prima che Max si fermasse, ma abbiamo solo quella fiducia tra noi nella squadra ed è stata una grande chiamata“.

Valtteri Bottas: “Aver perso la terza posizione a favore di Charles alla curva 3 al primo giro ha compromesso il primo stint della mia gara. Speravo in qualcosa di più oggi, ma questo ha reso tutto difficile. Il mio ritmo complessivo non era poi così male – un po ‘un peccato non essere riusciti a finire più in alto, ma almeno sono riuscito a salire sul podio. Non sono mai contento di accontentarmi del terzo posto, sono qui per vincere ma è stata una buona giornata per la squadra, che ha segnato punti più solidi. Quella di Monaco sarà una sfida unica tra due settimane e non vedo l’ora“.

Toto Wolff:Penso che avessimo una macchina veloce, ma quando perdi posizione al primo giro ti metti in secondo piano. È stato difficile per la Red Bull, in quanto macchina davanti, prendere la giusta decisione sulla strategia. Essendo in seconda posizione è più facile se hai il divario per fare la chiamata che abbiamo fatto oggi. Quando guardi le qualifiche, c’erano tre macchine in un decimo, non sai mai chi sarà davanti. Spero che rimarrà così fino alla fine della stagione – è proprio ciò di cui lo sport ha bisogno e ci stiamo godendo questa lotta“.

Oggi è stato un lavoro brillante da parte della squadra, è stata l’ultima gara del nostro responsabile della strategia di gara, quella di Rosie, prima di andare in maternità e sono molto orgoglioso. È stata una mossa audace e quando vedi il divario aprirsi a più di 20 secondi, pensi che non ci sarà modo di recuperare. Abbiamo visto che le gomme di Max hanno sofferto più delle nostre e siamo riusciti a starci vicini. Lo stratega ha effettivamente mostrato che avremmo catturato Max a un giro dalla fine, ma ci siamo arrivati ​​con quattro“.

I ragazzi e le ragazze del team stanno facendo un ottimo lavoro, anche nei giorni in cui perdiamo, impariamo e la mentalità è giusta. Quando la nostra macchina non è abbastanza veloce, siamo comunque in grado di estrapolare buone prestazioni. Non ci riposiamo mai, non abbiamo mai il senso del diritto: tra due settimane può oscillare nella direzione opposta e poi sarà un fine settimana per imparare. L’atmosfera era fantastica e ho davvero bisogno di togliermi il cappello dal gruppo di strateghi guidati da James e tutto il gruppo a Brackley, sono semplicemente fantastici“.

Looks like you have blocked notifications!