Grosjean
Grosjean
in ,

Grosjean e il suo incidente: “Mi vengono in mente dei flashback”

Romain Grosjean dice di aver avuto diversi ricordi spiacevoli del suo brutale incidente al GP del Bahrain nel 2020. Il francese sostiene di essere arrivato vicino alla morte, ma dopo essere sopravvissuto si è reso conto di quanto sia bella la vita, anche con i problemi. Grosjean ricorda di aver avuto un paio di ricordi spiacevoli di quell’evento in Bahrain, ma da allora non ha avuto un solo incubo. Il francese spiega di aver visto ripetersi l’incidente con moglie e figli e chiarisce che non ha problemi a vederlo o a parlarne.

“Ho visto di nuovo l’incidente con i miei figli, avevano delle domande. L’ho visto con loro e con mia moglie e ne abbiamo parlato apertamente. Ho lavorato con uno psicologo dopo, per assicurarmi di non averne brutti ricordi o incubi al riguardo … Avevo degli incubi che dovevo capire e per questo motivo sono andato dallo psicologo”, ha riconosciuto Grosjean nel podcast ufficiale della Formula 1, Beyond The Grid.

“Uno di quei incubi è avvenuto un giorno alle sei del mattino e mio figlio mi ha svegliato, l’altro è stato quando mi hanno operato a Ginevra. Mi hanno messo a dormire e questo non ti fa sentire bene. Da allora però non è più successo, posso vedere l’incidente e parlarne senza problemi” , ha commentato.

Grosjean ha anche detto che la sua mano non sta bene e che non può prendere il sole e deve sempre stare attento alle temperature. Tuttavia, a lui non importa, poiché sente che ogni giorno che è vivo è un bonus per lui. “So che la mia mano non va bene, non posso andare a prendere il sole e devo stare attento alle temperature basse e anche a quelle alte. Il bello è che tutto va per il verso giusto, posso giocare con i miei figli, questo è ciò che conta. Ogni giorno che vivo da quel momento è un bonus, sono stato molto vicino a morire e in quei momenti ti rendi conto di quanto sia bella la vita “, ha aggiunto.

Grosjean sostiene che ogni giorno che si toglie i guanti e si mette la crema per le mani ricorda che è vivo, che può stare con la sua famiglia e anche tornare a correre. Romain è felice, dopo quell’incidente si è reso conto di quanto sia bella la vita.

“Ogni mattina mi sveglio, devo togliermi i guanti di silicone e mettermi la crema sulle mani. Ricordo che sono vivo, che sono qui, che posso giocare con i miei bambini, che posso correre di nuovo e avere mia moglie al mio fianco. Sono felice, ho capito quanto sia bella la vita anche con i problemi” ha concluso.

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!

Looks like you have blocked notifications!