in

Hyundai scommette 1,1 miliardi di dollari sull’idrogeno

Anche Hyundai, come Toyota, inizia a puntare sull’idrogeno

Hyundai scommette 1,1 miliardi di dollari sull'idrogeno
Hyundai scommette 1,1 miliardi di dollari sull'idrogeno

Hyundai Mobis, una società di componenti per auto di proprietà della casa madre Hyundai Motor Group, ha recentemente annunciato che costruirà due nuovi impianti di celle a combustibile in Corea del Sud. Questo fa parte di un nuovo piano per accelerare la crescita dell’economia dell’idrogeno. Hyundai ovviamente vuole una grossa fetta della torta poiché è uno dei pochi produttori che offrono auto a idrogeno, insieme a Toyota con la Mirai che è il principale rivale.

La cerimonia di inaugurazione si è svolta presso il Complesso Industriale di Cheongna International City, Incheon. Il presidente Moon Jae-in e il vice primo ministro Hong Nam-ki hanno partecipato alla cerimonia, dimostrando quanto sia significativo questo investimento.

L’investimento di Hyundai

Costerà circa 1,1 miliardi di dollari per costruire due impianti, che inizieranno la produzione di massa nel 2023. A capacità totale, questi impianti saranno in grado di produrre 100.000 celle a combustibile a idrogeno ogni anno. Hyundai Mobis è già il più grande produttore di celle a combustibile a idrogeno poiché Hyundai intende inserire una centrale elettrica a idrogeno in tutto il plesso.

Una volta completata, Hyundai Mobis avrà la capacità di produrre 123.000 celle a combustibile a idrogeno all’anno, contando la produzione dell’impianto esistente a Chungju. La produzione di massa ridurrà i prezzi, rendendo l’idrogeno un’alternativa più attraente.

Questo investimento dovrebbe fare miracoli per ridurre il costo delle auto a idrogeno, ma ancora non è stato risolto il problema della mancanza di infrastrutture. Le vendite della Hyundai Nexo sono limitate, ad esempio, alle aree metropolitane della California.

Ciò non significa che non ci siano soldi da investire. Hyundai Mobis ha in programma di espandere il business dell’idrogeno per includere macchine edili e attrezzature logistiche. Hyundai Mobis ha già sviluppato una cella a combustibile per un carrello elevatore e ora sta lavorando su un escavatore. Se possiedi una grande azienda di costruzioni o logistica, è una valida alternativa. La costruzione di una stazione di rifornimento di idrogeno in loco probabilmente costerà un sacco, ma a lungo termine si tradurrà in enormi risparmi.

 

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!