Questo sito fa parte di NotizieOra network

Tecnica auto

L’impianto frenante: ecco il suo funzionamento

Ecco il funzionamento e la composizione dell’impianto frenante di un’auto

L'impianto frenante

L’impianto frenante più classico che possiamo trovare su un auto e di tipo a disco. E’ costituito da un disco in ghisa su dove vanno a strisciare delle guarnizioni di attrito, le Pasticche chiamate anche “Ferodo” ( che è un materiale ad alto coefficiente di attrito) dal nome della prima fabbrica al modo fondata nel 1897 ad occuparsi della proggettazione e produzione di materiali d’attrito per freni grazie al suo fondatore Herbert Frood, assorbita nel 1988 da Federal-Mogul.

Il funzionamento dell’impianto frenante

Noi ormai sappiamo che per fermare la nostra automobile basta schiacciare il pedale del freno e la macchina rallenta fino a fermarsi ma dietro questo semplice gesto si cela un sistema molto più complesso. Il Pedale del freno e collegato tramite un rinvio ad depressore che è posto nel vano motore  che serve ad aumentare di molto la nostra pressione del piede che esercitiamo sul pedale, subito dopo imbullonata al depressore troviamo la pompa dei freni che è compasta da due ingressi a caduta per il fluido idraulico e 2 uscite una per l’assale anteriore e una per il posteriore.

Tuttavia sulle moderne automobili dotate di Abs l’uscita della pompa dei freni e una sola che va al gruppo ABS  e da li si dirama con 4 uscite indipendenti alle quattro ruote che tramite centraline gestisce forza e pressione del fluido idraulico. Il fluido idraulico che esce dal gruppo ABS  in pressione arriva alle pinze dei freni che tramite un pistone schiaccia con forza la pasticca contro il disco effettuando la frenatura. Gli organi soggetti ad usura di un impianto frenante sono: Le pasticche, i dischi, il fluido idraulico.

Fai da te

Chi a un po’ di manualità può cimentarsi da solo nel cambio delle pasticche che è un operazione abbastanza semplice, passo passo vi spiego come fare. Innanzitutto bisogna allentare i dadi che tengono la ruota dopo di che alzare l’auto su di un crick e posizionare un cavalletto sotto poi procedere con la rimozione della ruota.

Ora avremo le pinze in bella vista nella parte anteriore ci sono due tappini (uno sopra e uno sotto) da togliere e all’interno troviamo 2 bulloncini a brugola da 7 (chiave che bisogna comperare a parte perchè non è presente in nessun kit) allentare le due brugole togliere il fermo davanti la pinza (non sempre presente) e sfilare tutta la pinza dal suo supporto, rimuovere le vecchie pasticche e con l’aiuto di una chiave a pappagallo fate arretrare il pistoncino fino a battuta con la pinza mettere le pasticche nuove e rimontare il tutto.

E bene ricordarsi che prima di muovere l’auto una volta messa in moto bisogna pompare un paio di volte sul pedale del freno per far si che le pasticche si accostino al disco (altrimenti la prima frenata che farete andrà a vuoto.

Ti potrebbe interessare: Quando devo cambiare le pastiglie e i dischi del freno?