colonnine
in

In Sicilia spuntano colonnine dove non ci sono benzinai: segno dei tempi

Stazioni di ricarica in luoghi in cui non ci sono pompe di benzina

La strada verso l’elettrificazione è lunghissima, ma intanto c’è un segno dei tempi: in Sicilia spuntano colonnine dove non ci sono benzinai. Stazioni di ricarica in luoghi in cui non ci sono pompe di benzina. Sono strutture Enel X, la cui missione è facilitare la transizione energetica del trasporto privato, consentendo agli utenti di veicoli elettrici di accedere a un’ampia gamma di soluzioni di ricarica pubbliche e private.

Verranno posizionate ad Agrigento venti infrastrutture di ricarica dei veicoli elettrici. Ma a queste potranno aggiungersene altre: sono diversi, infatti, gli operatori che hanno espresso l’interesse a installare postazioni di ricarica elettrica ad Agrigento.

colonnine

Ed eccone una a Erice. Foto via https://twitter.com/FotoMonelloIt

In Sicilia, anche 4 colonnine di ricarica presso l’hotel Marina di Petrolo, sito a Castellammare del Golfo (TP).  È un Destination Charger Tesla e Porsche, aperto anche a tutti i mezzi con presa Type 2.  Ricarica gratuita per i clienti dell’hotel.

Il fatto è che in Italia ci sono solo 21.000 punti di ricarica pubblica, con 11.000 infrastrutture. Una prima accelerazione può arrivare dal Piano di rilancio Draghi presentato a Bruxelles. Ma poi dovranno essere gli Enti locali a svoltare finalmente. E i costi delle ricariche fast? 

Stazioni di ricarica: problema costi

A tale proposito, Michele Crisci, in veste di numero uni Volvo, ha detto: “Stiamo osservando molto da vicino le politiche di prezzi del mercato e siamo piuttosto preoccupati. I prezzi attuali delle ricariche fast, in rapporto all’autonomia che garantiscono i veicoli, non garantiscono un grande risparmio se paragonati a quelli del carburante. E questo è qualcosa su cui dobbiamo lavorare. Quindi il nostro obiettivo è, intanto, di offrire le ricariche ai clienti Volvo a un prezzo davvero molto competitivo. Sarà quasi un servizio incluso nel costo dell’auto. Per tutti gli altri stiamo cercando di arrivare ad avere delle tariffe estremamente agevolate. Quello che è certo, è che vogliamo avere la certificazione sui nostri impianti di fast-charge che quell’energia elettrica arrivi da fonti rinnovabili“.

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!

E sulla quantità di colonnine, va sentito Luigi Licchelli, Business Development Lead Italy di Share Now: “Nel nostro Paese vi è ancora una grave carenza infrastrutturale sia in termini quantitativi (scarsa capillarità) che qualitativi (mancanza di colonnine a ricarica veloce). Una città come Amsterdam, ad esempio, simile per dimensioni ed importanza a Milano, mette a disposizione una rete di 4.000 colonnine pubbliche. Grazie a cui possiamo offrire una flotta 100% a zero emissioni”.

Looks like you have blocked notifications!