Questo sito fa parte di NotizieOra network

MotoGPMotorsport

KTM esegue il primo test MotoGP dopo la crisi COVID-19

 KTM ha rotto il “silenzio” della MotoGP con una sessione di test di due giorni al Red Bull Ring

KTM

La pandemia COVID-19 ha completamente paralizzato il Campionato mondiale di MotoGP. Senza alcuna possibilità di dare il via alla stagione in Qatar, la categoria si è spostata negli ultimi mesi tra cancellazioni e rinvii. Tuttavia, l’evento inizia a vedere la luce alla fine del tunnel ed oltre ad avere una data programmata per l’inizio della competizione, a luglio a Jerez, la categoria ha già avuto il suo primo test privato. Tuttavia, KTM ha rotto il “silenzio” della MotoGP con una sessione di test di due giorni al Red Bull Ring, una pista che ospita il GP d’Austria.

 KTM ha rotto il “silenzio” della MotoGP con una sessione di test di due giorni al Red Bull Ring

Senza attività da marzo, il test di KTM sulla pista di Spielberg è stato una boccata d’aria fresca. La ditta austriaca, l’unica con Aprilia che non ha limiti di prova, è stata in grado di sfruttare la riduzione dei limiti di movimento applicata in Austria per organizzare questo test a cui hanno partecipato Dani Pedrosa e Pol Espargaró . Per eseguire questo test privato, KTM ha spostato una squadra ridotta di 20 persone sul Red Bull Ring, il tutto dopo aver effettuato il test COVID-19. Brad Binder, il secondo pilota ufficiale del team, non è stato in grado di partecipare a causa delle restrizioni di viaggio in Sudafrica.

Pol Espargaró ha dichiarato di questo test: «All’inizio è stato un po’ difficile, penso che questo test abbia contribuito a farci recuperare il ritmo che avevamo in Qatar. È stato bello tornare in azione e penso che questo sia stato un sentimento diffuso all’interno della squadra. Ieri c’erano molti volti sorridenti e, inoltre, abbiamo apportato alcuni miglioramenti a livello tecnico. L’obiettivo principale era recuperare le sensazioni sulla moto, ma abbiamo anche messo alla prova alcuni pezzi e questo è stato molto interessante. Il bel tempo che abbiamo avuto ci ha permesso di guidare molto. Sono molto felice ».

Ti potrebbe interessare: Jack Miller sarà un pilota ufficiale Ducati nella stagione MotoGP 2021