Ferrari
Ferrari
in

La Ferrari deve ancora risolvere i suoi problemi con le gomme

Charles Leclerc riconosce che la Ferrari deve ancora migliorare la sua comprensione delle gomme

Charles Leclerc riconosce che la Ferrari deve ancora migliorare la sua comprensione delle gomme. Il team ha aperto un’indagine interna dopo il Gran Premio di Francia e sebbene riconosca di aver fatto un passo avanti a Silverstone, ritiene che debbano ancora migliorare in questo senso. La Ferrari ha sofferto molto per il degrado delle gomme al Gran Premio di Francia, spingendola ad aprire un’indagine per trovare le cause. Sebbene siano progrediti a Silverstone, Leclerc afferma che il problema non è ancora risolto. Tuttavia, i primi segnali di miglioramento si sono già visti domenica.

“C’è stata molta ricerca dopo la Francia per cercare di capire esattamente perché abbiamo sofferto così tanto sulle gomme anteriori. Non credo che abbiamo ancora quella risposta. Siamo andati molto meglio a Silverstone, ma non credo perché abbiamo trovato la risposta completa a quello che è successo in Francia ” , ha commentato Leclerc in dichiarazioni al portale web Racing News 365.

È fondamentale per Charles capire le ragioni dell’estremo degrado che le gomme hanno subito al Paul Ricard. Solo così potranno conoscere meglio le gomme e replicare le prestazioni di Silverstone su tutti i circuiti del calendario.

“Le indagini sono in corso e continuiamo a lavorarci su. Anche se domenica abbiamo avuto una buona giornata, non ci siamo dimenticati della brutta giornata in Francia. Una volta capito perché siamo stati lenti lì, sono sicuro che daremo un grande passo come squadra e ci aiuterà a riprodurre la prestazione come abbiamo fatto oggi”, ha aggiunto.

Il monegasco sottolinea che il suo passo a Silverstone con la gomma media era molto buono, ma quando hanno montato la dura sono iniziati i problemi. Il passo gara della Ferrari è stato in generale buono, anche se Leclerc fa notare che con la gomma bianca ha perso un po’ di prestazioni e anche di stabilità. “Con la media siamo andati sorprendentemente bene. La macchina era incredibile ed eravamo molto veloci. Poi, con la dura, non è che fosse particolarmente debole. Mi sentivo abbastanza bene, ma ogni volta che mi imbattevo nel traffico mi sentivo come se ero su una gomma più fragile e con cui abbiamo sofferto un po’ di più “, ha spiegato.

” Potevo sentire che il posteriore della vettura non era stabile come volevo e questo mi ha fatto perdere un po’ del ritmo che avevamo prima. In generale, anche quando tutto andava bene, Lewis era molto più veloce di noi su quelle dure pneumatici.” , ha commentato.

In ogni caso, Leclerc mette in evidenza i progressi della squadra e il duro lavoro che stanno facendo gli ingegneri. Un altro aspetto positivo che Charles fa notare è che la Ferrari è migliorata anche nelle partenze: nella prima di domenica ha superato Valtteri Bottas per poi passare in testa dopo l’incidente tra Lewis Hamilton e Valtteri Bottas. Nella ripartenza sapeva cosa doveva fare per mantenere la prima posizione.

“Da parte mia, gli ingegneri hanno svolto un lavoro incredibile nelle ultime gare, abbiamo avuto ottime prestazioni in partenza. Nella seconda partenza mi sono concentrato su tutto quello che dovevo fare in macchina per ottenere il miglior salto in griglia.

“Sono stato in grado di farlo, poi ho guardato la curva 3 e 4 attraverso gli specchietti, ho visto che c’era un grande distacco e questo mi ha aiutato durante il resto della gara “, ha aggiunto in conferenza stampa. Il capo squadra Mattia Binotto non ha approfondito il lavoro svolto per comprendere meglio le gomme. Tuttavia, confessa che la loro comprensione è migliore ora e sanno quando possono correre dei rischi.

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!

Ti potrebbe interessare: Ferrari SF90 Stradale: un nuovo test conferma uno scatto 0-100 km/h in appena 2 secondi

Looks like you have blocked notifications!