Formula 1Motorsport

La Ferrari e il ritardo delle nuove regole: “Forse non ci favorisce”

Mattia Binotto - Ferrari

Il capo della Ferrari Mattia Binotto ritiene che la decisione di ritardare la rivoluzione normativa fino al 2022 non sarà favorevole al team del cavallino rampante. Tuttavia, ritiene che sia la mossa giusta di fronte alla crisi del coronavirus. Il rinvio della rivoluzione normativa è stata una delle prime decisioni prese a seguito della crisi del coronavirus. Sebbene il regolamento del 2021 fosse atteso con impazienza, i team dovranno continuare con le stesse macchine per un altro anno sulla scia della pandemia che sta colpendo il mondo.

Mattia Binotto ritiene che la decisione di ritardare la rivoluzione normativa fino al 2022 non aiuterà la Ferrari

Questa rivoluzione potrebbe essere una grande opportunità per la Ferrari di ridurre il divario con la Mercedes e forse iniziare un nuovo dominio. Sebbene Binotto creda che sia stata presa la giusta decisione, ritiene che ritardare i nuovi regolamenti non gioverà affatto alla sua squadra. “Penso che sia stata una buona decisione e quella giusta. Ovviamente deve essere una decisione responsabile. Penso che la situazione, con l’emergenza che stiamo affrontando, diventi una priorità e gli interessi di una sola squadra non contano, ma dobbiamo guarda l’immagine e la situazione in generale”, ha affermato Binotto in un’intervista a Sky.

“In qualche modo non favorisce la Ferrari? È molto probabile che sia così, forse, ma penso che siamo combattenti e persone che vogliono fare meglio ogni volta rispetto a quanto fatto in passato e ci sarà un momento in cui finalmente potremo riprenderci e diventare più forti”, ha aggiunto Binotto. L’italiano concorda sul fatto che l’interruzione anticipata nelle fabbriche influisce irreparabilmente sullo sviluppo delle auto, quindi insiste sul fatto che è stata la cosa migliore che si potesse fare per tutti, nonostante i loro interessi di squadra. “Ovviamente sappiamo che alcuni team erano in difficoltà, le scadenze sarebbero state strette per lo sviluppo delle auto per il 2021, quindi penso che alla fine sia stata la decisione giusta”, ha insistito il capo della Ferrari.

Ti potrebbe interessare: Binotto suggerisce limiti di budget diversi per i vari team

Looks like you have blocked notifications!
Related posts
Formula 1Motorsport

Una cattiva strategia "condanna" Carlos Sainz in Portogallo

Formula 1Motorsport

Hamilton travolge Verstappen e Bottas per vincere in Portogallo

Formula 1Motorsport

Alfa Romeo chiede alla FIA di rivedere la penalità di Raikkonen a Imola

MotoGPMotorsport

Valentino Rossi conferma l'arrivo della sua squadra in MotoGP nel 2022