in

La FIA indaga sulla cintura di sicurezza di Sainz dopo l’incidente di Monza

Indagini FIA sulla monoposto di Sainz per quanto accaduto nell’incidente dello spagnolo a Monza

Carlos Sainz - Ferrari
Carlos Sainz

La FIA esaminerà la cintura di sicurezza di Carlos Sainz dopo che il pilota della Ferrari è stato sbalzato in avanti dopo aver colpito la barriera nelle FP2 sul circuito di Monza. Sainz ha subito il suo terzo incidente in quattro weekend di gara quando, nelle seconde prove libere del Gran Premio d’Italia, ha perso il controllo della sua Ferrari nella parte centrale della variante Ascari. Colpendo con il muso la barriera di pneumatici, Sainz è stato scagliato in avanti nell’impatto.

Lo spagnolo si è lamentato in auto, dicendo che uno “si è fatto male” prima di scendere dalla sua macchina ed essere portato al centro medico della pista. Gli è stato dato il via libera ed è tornato in pista poche ore dopo per le qualifiche sprint. Ma mentre l’autista si allontanava dall’incidente, il modo in cui è stato lanciato in avanti ha sollevato dubbi sul fatto che ciò non dovrebbe mai accadere. Sia la Ferrari che la FIA stanno esaminando la cosa.

Il direttore di gara della FIA Michael Masi ha spiegato via Autosport: “Penso che le cinture siano fatte per allungarsi. “Hai un corpo umano lì dentro, quindi ci deve essere un po’ di trazione. Non puoi semplicemente tenere tutti completamente legati.

“Quindi esamineremo l’allungamento della cintura, come facciamo con qualsiasi incidente importante o incidente significativo del genere, e vedremo cosa possiamo imparare da esso. “Sai, può essere migliorato? Diamo un’occhiata?” Ha aggiunto: “Sono sempre incoraggiato da tutte le caratteristiche di sicurezza e dal miglioramento continuo della sicurezza che abbiamo. “Guarda l’incidente di Carlos nelle FP2. Anche se non sembrava molto, è stato un impatto piuttosto grave.

“Che si tratti di Halo, di equipaggiamento, di design dell’auto, di tutto, c’è sempre quella costante evoluzione del miglioramento della sicurezza nel suo insieme.” Alla domanda se la cintura di sicurezza di Sainz si sia forse allungata troppo, Masi ha risposto: “Forse. E proviamo ad imparare da esso.”

Ti potrebbe interessare: Sainz non si è mai sentito a suo agio durante il Gran Premio d’Italia

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!