Formula 1Motorsport

La Formula 1 dice no ai fine settimana di due giorni

Formula 1 Imola

La Formula 1 ha sperimentato un nuovo formato di fine settimana a Imola la scorsa stagione con solo due giorni di GP. Tuttavia, Stefano Domenicali ha chiarito che non sarà alla fine istituito dopo il 2022. L’amministratore delegato della categoria regina ha risposto a diverse domande sul futuro del ‘Grande Circo’ in un’intervista per il sito ufficiale. Domenicali ci ha spiegato i motivi per cui i weekend del GP continueranno ad essere tre giorni e non due come si era pensato.

L’italiano ha rivelato che i circuiti vogliono dare la priorità allo spettacolo per i partecipanti e non alle spese o ai tempi della Formula 1. “Tutti gli organizzatori vogliono dare un’esperienza completa alle persone e agli spettatori e dobbiamo rispettarlo”, ha detto. D’altra parte, Domenicali ha commentato che ritiene che la classe regina avrà una gara in Africa ad un certo punto nei prossimi cinque anni, mentre spera che gli Stati Uniti ospiteranno un altro GP tra tre anni. La verità è che i piani di Miami con il suo assetto urbano continuano nonostante tutti gli ostacoli che sono stati incontrati negli ultimi anni.

Un altro problema che preoccupa i fan è cosa accadrà ai nuovi regolamenti 2022 e quale impatto avranno sulla concorrenza. L’amministratore delegato della Formula 1 è fiducioso che la Mercedes cesserà di dominare e che l’ordine della griglia cambierà sostanzialmente non solo a causa delle nuove vetture, ma anche a causa del limite di budget. Inoltre, è convinto che la Ferrari tornerà a lottare per il titolo nei prossimi cinque anni e che le vetture continueranno ad essere le più veloci al mondo.

Il “Grande Circo” ha dimostrato in tempi recenti il ​​suo coinvolgimento nella cura dell’ambiente e nella promozione della diversità. A questo proposito Domenicali ha assicurato che raggiungeranno l’obiettivo fissato per il 2030 e che la Formula 1 ha un’impronta di carbonio neutra. Come parte della sua affermazione, la W Series sarà la categoria di supporto dell’apice del motorsport nel 2021 e l’italiano ha espresso il desiderio che nei prossimi 10 anni una donna diventi un pilota di Formula 1, un obiettivo che si pone in questo nuova fase.

Looks like you have blocked notifications!
Related posts
Formula 1Motorsport

Alfa Romeo chiede alla FIA di rivedere la penalità di Raikkonen a Imola

MotoGPMotorsport

Valentino Rossi conferma l'arrivo della sua squadra in MotoGP nel 2022

Formula 1Motorsport

Sainz, ottimista per Portimao: "Sono contento, ma vogliamo di più"

Formula 1Motorsport

Hamilton vuole continuare in F1