Mercedes
in ,

La Formula 1 è molto redditizia per la Mercedes

Mercedes in Formula 1 spende poco e ha un grande ritorno di immagine: ecco perchè il team continuerà a correre a lungo

La Mercedes non abbandonerà la Formula 1 dato che è così redditizia per loro. Lo scorso anno il marchio tedesco ha contribuito con soli 31,4 milioni di euro al team di F1, ovvero un importo simile a quello fornito da un grande sponsor. Ma da questa cifra bisognerebbe detrarre gli introiti dovuti ai benefici che la squadra ha avuto, 16,4 milioni, con i quali il costo reale per il marchio della stella potrebbe essere inferiore ai 25 milioni di euro. Una cifra molto bassa se si tiene conto dei vantaggi che la Formula 1 porta al marchio in termini di pubblicità e immagine.

I dati sono ricavati dal bilancio economico presentato dal team Mercedes al regolatore britannico. L’anno scorso – anno fiscale 2020 – la squadra ha avuto una spesa di 376,3 milioni di euro, con un utile di 16,4 milioni di euro. I numeri sono inferiori a quelli del 2019 – spesa per 412,9 milioni di euro – e del 2018 – spesa per 422,2 milioni di euro–, con una riduzione di 46 milioni di euro in due anni, nell’ordine dell’11%. E ci sarà una riduzione ancora più importante quest’anno a causa del tetto di bilancio.

Sebbene COVID-19 abbia interessato le operazioni nel 2020, Mercedes ha mantenuto la sua redditività grazie ai suoi risultati e all’ingresso di Ineos come sponsor e azionista. Non sorprende, quindi, che Toto Wolff, commentando questi risultati, abbia affermato: “Mercedes Grand Prix Limited continuerà le sue attività principali come team di F1 e spera di vincere di nuovo entrambi i campionati per l’ottava volta consecutiva”.

Wolff ha precisato che “il successo di un’azienda si misura dai suoi successi nei campionati e dai parametri finanziari definiti dagli azionisti, che includono un futuro finanziariamente sostenibile per la squadra. A partire dal 2021, l’entrata in vigore del tetto di bilancio consentirà raggiungere una sostenibilità finanziaria indipendente per gli anni a venire”. Ciò significa che, come desidera Ola Källenius, il gruppo Daimler non dovrebbe dare alcun contributo alla squadra … e questo rafforza la tesi che la Mercedes starà a lungo in F1.

Diminuzione delle spese e nuova fonte di guadagno in corso, una divisione di tecnologia avanzata che consentirà di lavorare per conto terzi. È stata una mossa per ristrutturare l’organigramma dell’azienda, adattandola al nuovo quadro finanziario della F1 senza perdere personale strategicamente chiave.

Ecco perché Mercedes continuerà. Investire in F1 per la casa tedesca è ridicolo se paragonato alla redditività. Mercedes aveva un valore del marchio stimato di 26,4 miliardi di euro nel 2013 e lo scorso anno questo valore è aumentato del 50% da allora, a 40,79 miliardi di euro. Parte di questo aumento dovrebbe essere attribuito ai successi della F1.

E a questo va aggiunto il valore dell’esposizione mediatica mondiale dei suoi successi in F1 grazie alla televisione e altri media. Secondo gli studi, potrebbe equivalere a una spesa pubblicitaria nell’ordine di 6.000 milioni di euro. Questa cifra forse può sembrare esagerata, ma anche se la riducessimo del 50%, giustificherebbe comunque l’investimento.

Looks like you have blocked notifications!