in ,

La Formula 1 vuole ridurre il carico aerodinamico entro il 2021

Formula 1 Gp Austria
Formula 1 Austria

La Formula 1 non solo affronta la crisi causata dal coronavirus e la creazione di un calendario in questo momento. Ma pensa anche al 2022, la stagione in cui il nuovo regolamento entrerà finalmente in vigore. Sulla base di questo, è stata presa in considerazione l’opzione di ridurre il carico aerodinamico delle auto entro il 2021, secondo il portale RaceFans.net. L’incapacità di iniziare la stagione 2020 come previsto ha portato diverse conseguenze. La prima di queste è stata la decisione di posticipare i nuovi regolamenti di un anno, dato che con la situazione attuale è estremamente difficile lavorare per i team Formula 1. In effetti, il periodo di stop delle fabbriche è stato recentemente esteso a 63 giorni.

La Formula 1 pensa di ridurre il carico aerodinamico delle vetture in vista della stagione 2022

I diversi team insieme alla categoria hanno ritenuto che una modifica così grande alle auto non fosse possibile senza avere abbastanza tempo per svilupparle nel modo corretto. D’altro canto, le spese sostenute per coprire questo 2020 sarebbero state vane. La Formula 1 mira a ridurre le spese da ora in poi. Inoltre, i team hanno optato per l’uso delle specifiche Pirelli per pneumatici 2019 nel 2021. Per questi motivi, la task force tecnica ha studiato diverse possibilità per impedire un aumento delle prestazioni troppo elevato tra il 2020 e la stagione successiva. .

La proposta si basa sulla riduzione del carico aerodinamico delle auto di Formula 1 modificando sia gli spoiler anteriori e posteriori sia i fondi piatti. Un’altra opzione aggiunta in fase di studio è l’installazione di un sistema token simile a quello esistente sei stagioni fa per lo sviluppo di unità di potenza. La prossima settimana, i capi di tutte le squadre avranno un incontro per approvare queste considerazioni al fine di risparmiare sui costi a causa della difficile situazione che devono affrontare e di essere in grado di concentrarsi sui cambiamenti che verranno dal 2022.

Ti potrebbe interessare: Formula 1: la FIA ha ispezionato la fabbrica di Racing Point

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!