Questo sito fa parte di NotizieOra network

Formula EMotorsport

La Formula E annuncia un risparmio sui costi

Anche la Formula E ha deciso di risparmiare suoi costi per affrontare la crisi legata al coronavirus

Formula E

In Formula 1 l’anno 2021 sarebbe stato un anno di molti cambiamenti. Un nuovo insieme di regole e quindi un nuovo tipo di auto. Ciò è stato ora rinviato al 2022 a causa del coronavirus e la Formula E ora segue lo stesso esempio. C’era l’intenzione di lanciare una nuova auto, ma per ridurre i costi questa novità è stata rinviata alla stagione 2021-2022. Finché non si disputano gare, le squadre vedono uscire denaro senza però avere nessuna entrata e quindi è saggio risparmiare. Pertanto, la prevista vettura Gen2 EVO non è un investimento ragionevole in questo momento, con un ritardo di conseguenza. I team, l’organizzazione e la FIA hanno discusso questo problema questa settimana e hanno raggiunto un accordo unanime, come ha affermato la FIA in una dichiarazione.

Anche la Formula E ha deciso di risparmiare suoi costi per affrontare la crisi legata al coronavirus

Per inciso, questa non è l’unica misura per ridurre i costi, né i produttori di fonti di energia potranno apportare una modifica una tantum all’unità nella prossima stagione. Inoltre, è stato scelto un approccio flessibile, quindi i team potranno già presentare una nuova auto il prossimo anno, ma dovranno guidarla per due anni. Se i team decidono di non introdurre una nuova auto fino al 2022, questo obbligo è limitato a un anno. Quindi spetta alle squadre stesse decidere quale sia la scelta più conveniente. Secondo la FIA e le squadre, questa misura dimezzerebbe i costi.

“In questi tempi difficili, l’adattamento delle strutture dei costi nel motorsport è una priorità per garantirne la sostenibilità” , afferma Jean Todt, presidente della FIA, “Ho incoraggiato le decisioni relative al campionato FIA di Formula E approvate dal Consiglio mondiale degli sport motoristici a tale riguardo, che sono in linea con le discussioni attualmente in corso per le altre discipline della FIA “. Il fondatore e presidente della Formula E, Alejandro Agag, afferma: “Durante questi tempi difficili, abbiamo adottato un approccio flessibile. Non solo con la decisione rapida e ragionevole di sospendere temporaneamente la stagione, ma ora implementando misure di costo per ridurre i costi di sviluppo per le squadre ” .

Ti potrebbe interessare: Ricciardo: la F1 dovrebbe consultare i piloti sulla revisione del calendario 2020

Related posts
Formula EMotorsport

Il documentario di Formula E prodotto da Leonardo Di Caprio, ora disponibile

Formula EMotorsport

Da quattro a sei gare di Formula E in programma a Berlino