Questo sito fa parte di NotizieOra network

Formula EMotorsport

La Formula E continuerà a correre a Roma fino al 2025

L’ePrix di Roma rimarrà un appuntamento fisso nel programma di Formula E fino al 2025 dopo il nuovo accordo raggiunto con il comune

Formula E

Il campionato FIA di Formula E continuerà a visitare le strade di Roma per altri cinque anni dopo aver concordato un nuovo accordo di hosting con il consiglio comunale fino al 2025. L’ePrix di Roma ha fatto il suo debutto sul programma di Formula E nella stagione 4 (2017-2018), con il nuovo contratto che porta la capitale italiana fino alla stagione 11. La notizia positiva arriva nonostante gli organizzatori debbano rimandare l’evento 2020 – originariamente previsto per il 4 aprile – a seguito della crisi del coronavirus. Da allora la FIA ha sospeso tutte le attività agonistiche di Formula E fino alla fine di giugno.

Il campionato FIA di Formula E continuerà a visitare le strade di Roma per altri cinque anni

“Roma è ancora una volta un riferimento chiave per la Formula E e rimane un’attrazione chiave per i grandi eventi. Quando usciremo dall’emergenza sanitaria, dovremo tornare molto più forti che mai “, ha dichiarato Virginia Raggi, sindaco di Roma. “La nostra città è pronta per questa sfida e la capitale italiana sarà il simbolo della serie fino al 2025. Questo accordo porterà molti investimenti nelle aree urbane e renderà la nostra collaborazione molto più forte. Questo è un contratto che offrirà ai romani molti vantaggi, che aiuterà a ricominciare. La nostra città è molto orgogliosa di ospitare l’E-Prix, un evento sportivo che pioniera idee sostenibili e tecnologie innovative. ”

Alejandro Agag, fondatore e presidente della Formula E, ha aggiunto: “Siamo orgogliosi di annunciare un risultato così importante e l’avvio di una nuova cooperazione a lungo termine. Ringraziamo il sindaco di Roma Virginia Raggi e l’intera amministrazione per essere riusciti a realizzarlo. L’Italia è un mercato strategico per noi e siamo determinati a continuare a lavorare con il Paese per garantire un’ulteriore crescita del campionato, in termini di popolarità e competitività. Abbiamo coinvolto alcuni dei maggiori attori del settore a lavorare insieme per un cambiamento graduale nel modo in cui viene percepita la mobilità elettrica. Questo processo avrà importanti conseguenze globali. “

Ti potrebbe interessare: La Formula E annuncia un risparmio sui costi