CHAdeMO
CHAdeMO
in

La Francia dice addio al sistema di ricarica rapida per auto elettriche CHAdeMO

La prima generazione della Nissan LEAF è stata uno dei modelli a montare il sistema di ricarica rapida CHAdeMO, esteso ad altre auto elettriche giapponesi. Lo standard asiatico è stato uno dei più importanti, anche in Europa, ma è già stato sostituito da due sistemi: ricarica CCS con corrente continua e ricarica di Tipo 2 con corrente alternata fino a 22 kW, gli unici due che vengono utilizzati in tutte le auto elettriche di nuova generazione.

La Francia dice addio a CHAdeMO

Il governo francese ha incluso CHAdeMO nel regolamento nel 2017, obbligando gli operatori dei punti di ricarica a installare questo sistema entro il 2024. Tuttavia, i francesi hanno rivisto queste normative e hanno già iniziato il necessario smantellamento per salutare, un sollievo per le aziende che installano caricatori elettrici speciali con una capacità di 50 kW, ad esempio, nelle reti Ionity.

Con l’eliminazione del sistema giapponese si moltiplicheranno i connettori CCS e Type 2, i sistemi comunemente accettati dalla stragrande maggioranza dei costruttori europei, quelli di Audi, BMW, Daimler, Ford, Hyundai, Jaguar Land Rover, Porsche, Renault, Toyota, Volkswagen, Volvo e tutto il gruppo Stellantis. Un sistema che permette ricariche con potenze fino a 350 kW e 800 Volt e al quale si è recentemente aggiunta anche Nissan, che ha già annunciato che i suoi modelli a zero emissioni monteranno esclusivamente il Combo. Il primo, la nuova Nissan Ariya.

Anche la Francia ha approfittato di questa modifica ai regolamenti del decreto 2017-26 delle stazioni di ricarica pubbliche per aggiungere altre novità. Ad esempio, obbligherà i fornitori di servizi a mantenere i caricabatterie in perfetto stato di funzionamento e segnalerà regolarmente il livello di qualità per la conoscenza di tutti i proprietari di auto elettriche. Tra l’altro, gli installatori dovranno anche controllare i punti di ricarica una volta all’anno.

Uno smantellamento che sarà progressivo e che spetterà agli operatori decidere se mantenerli o eliminarl. Un grande danno in questo caso, se si tiene conto che sono più di 20.000 le unità della prima LEAF circolanti sulle strade della Francia e circa 10.000 in più di Peugeot iOn, Citroën C-Zero e Mitsubishi i-Miev, più turisti che si godono le vacanze nelle terre francesi e hanno assolutamente bisogno dei punti di ricarica CHAdeMO.

Ti potrebbe interessare: Le auto elettriche sono più efficienti e meno rischiose dell’idrogeno e degli e-fuel per uno studio

Looks like you have blocked notifications!